40 milioni di sterline per 8 città inglesi a sostegno della mobilità elettrica

Con il programma Go Ultra Low, il governo inglese finanzia i progetti dedicati alla mobilità elettrica in 8 città

0
1798
Go Ultra Low le città vincitrici
La mappa mostra le città vincitrici del finanziamento del governo inglese Go Ultra Low

Nel Regno Unito non si fermano agli incentivi per l’acquisto di auto elettriche, come abbiamo riportato qualche giorno fa, ma si promuovono le iniziative per la mobilità elettrica in alcune città con il programma “go ultra low cities“.

Il governo inglese così ha infatti deciso di destinare 40 milioni di sterline, che si aggiungono ai 400 milioni già stanziati, a 8 città inglesi selezionate tra quelle che hanno presentato progetti specifici per la mobilità elettrica. Per fare un paragone, tutti gli incentivi italiani del 2013 per l’acquisto di auto a basse emissioni (Bec) ammontavano a 63,4 milioni di euro, quasi l’intero ammontare per questa sola iniziativa inglese, e tra l’altro non tutti erogati.

La cifra più cospicua la ottiene Londra con 13 milioni di sterline per creare i “Neighbourhoods of the Future”, i quartieri del futuro, che avranno nella mobilità elettrica un tratto distintivo, in cui le auto elettriche potranno avere spazi di parcheggio riservati con colonnine e agevolazioni nelle corsie del traffico.

La città di Milton Keynes utilizzerà i 9 milioni di sterline per un centro destinato promuovere l’uso delle auto elettriche e proponga noleggi e test drive. Saranno inoltre riservati oltre 20.000 posteggi in città e la possibilità di passare sulle corsie riservate agli autobus.

Anche Bristol utilizzerà i 7 milioni per promuovere la mobiltà elettrica con l’installazione di 80 colonnine di ricarica rapida e agevolazioni per i veicoli a zero o a ridotte emissioni (Ulav, ultra low emission vehicles), mentre 6 milioni andranno a Nottingham e Derby per l’installazione di un totale di 230 colonnine di ricarica pubbliche e un programma “prova prima di comprare” destinato ai test drive per le aziende.

I rimanenti 5 milioni saranno condivisi da progetti sulla mobilità elettrica nelle città di Dundee, Oxford, York e North East.

Non c’è che dire: questo è l’ecosistema ideale in cui far crescere la mobilità sostenibile ed elettrica e nel Regno Unito sembrano averlo capito bene.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here