Continuano gli annunci di auto elettriche stampate in 3D

0
634

Annunciata per il Chicago Tech Show di settembre dalla società statunitense Local Motors 

Local Motors, una società statunitense specializzata nella produzione di veicoli in piccola serie a partire da progetti proposti da utenti della community, dimostrerà in autunno quello che è in grado di fare, presentando il primo veicolo elettrico stampato in 3D.

La società produce già veicoli a propulsione convenzionale come auto e moto, autorizzati alla circolazione su strada e alcuni effettivamente immatricolati. Per esempio, il modello Rally Fighter in a Box (con telaio a traliccio tubolare, lunga 4.8 metri, con motore V8 da 6.2 litri e ruote in lega da 17 pollici) arriva a casa in kit di montaggio e costa circa 90mila dollari.

Quella che si vedrà a Chicago però sarà la prima auto elettrica proposta da Local Motors con questa formula ma soprattutto sarà stampata in 3D. Si conferma così la tendenza a proporre modalità innovative di progettazione, costruzione e vendita per le auto elettriche, come quella, tutta italiana, relativa a un veicolo elettrico open source e in kit di montaggio di cui GreenStart ha già parlato.

La tecnologia di stampa 3D usata dovrebbe essere un ibrido tra additiva (accrescimento per deposizione di strati di materiale, come nelle comuni stampanti 3D) e sottrattiva (rimozione di materiale per fresatura o processi analoghi).

Anche se è pressochè certo che la produzione con tecniche tradizionali manterrà sempre un vantaggio di costo per produzioni su larga scala, la stampa 3D dovrebbe diventare l’unica via realisticamente praticabile per fabbricare auto speciali in piccoli volumi (anche singoli esemplari): non solo concept cars ma anche veicoli marcianti e vendibili, nonchè personalizzazioni di particolari di carrozzeria.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here