DriveNow, il carsharing di Bmw arriva a Milano, ed entro la fine dell’anno anche le i3

480 auto del gruppo Bmw a noleggio nel nuovo carsharing a flusso libero del capoluogo lombardo

0
801

Sulle strade di Milano è possibile, da mercoledì 19, prendere a noleggio anche le auto di DriveNow. L’ultimo, in ordine di arrivo, carsharing a flusso libero, cioè con auto che possono essere prese e posteggiate ovunque nell’area operativa, a fare la sua comparsa nel capoluogo lombardo, ancora una volta di più un laboratorio della nuova mobilità.

La differenza sostanziale di DriveNow, rispetto ai carsharing già presenti a Milano, car2go, enjoy e Share’nGo, sta nella flotta, composta da 480 auto “premium” del gruppo Bmw: 100 Bmw Serie 1, 110 Bmw Serie 2 Active Tourer, 20 Bmw Serie 2 Cabrio, 120 Mini Cooper 5P, 80 MINI Cooper Clubman e 50 Mini Cooper Cabrio.

DriveNow porterà in strada anche le elettriche i3 entro fine 2016

Anche le Bmw i3 elettriche saranno inserite entro la fine dell'anno nella flotta di DriveNow
Anche le Bmw i3 elettriche saranno inserite entro la fine dell’anno nella flotta di DriveNow

Ma la notizia che più ci aspettavamo è stata confermata: DriveNow si è impegnato a portare sulle strade di Milano anche 20 auto elettriche, in particolare le Bmw i3, che ben si adattano alla mobilità cittadina.

Ancora da confermare se saranno i3 totalmente elettriche, quindi a zero emissioni, come in Germania, oppure con “range extender” Erev, un piccolo motore a benzina a bordo che permette di allungare la durata della batteria e di conseguenza anche la necessità di ricaricala.

Da sviluppare poi in questi mesi ci sono gli accordi con A2A, che gestisce la rete elettrica a Milano, per poter garantire una struttura adeguata di ricarica adatta a supportare gli utilizzatori delle i3. Torneremo su questo argomento in un successivo articolo.

20.000 iscrizioni per DriveNow nei primi giorni di lancio

A sottolineare le potenzialità di successo di DriveNow, un carsharing che sembra fatto apposta per il tipico “milanese imbruttito”, sono i numeri che ha saputo far registrare nei primi giorni dal lancio: ben 20.000 iscrizioni. E fino a fino ottobre le iscrizioni sono gratuite e all’atto dell’attivazione si ottengono 20 minuti di guida gratuita.

area_operativa_drivenow
L’area operativa di DriveNow a Milano, con la zona verde in cui parcheggiare gratuitamente e i confini gialli

Essendo le auto di una categoria più elevata rispetto a quelle circolanti nei a Milano in carsharing, i prezzi al minuto sono leggermente più alti della media: si parte da 31 centesimi per le Serie1 e si arriva ai 34 della Active Tourer, e probabilmente anche per la futura i3.

L’area operativa è di 126 km², i confini sono a nord la stazione di Milano Bruzzano, ad ovest il parco divertimenti Acquatica Park, Gratosoglio a sud e il cimitero di Lambrate a est. Ma solo nell’area verde (78 km²) si può parcheggiare gratuitamente, oltre, entro i confini gialli, sarà addebitato un costo di 4,90 euro.

Tramite l’app è possibile prenotare gratuitamente 15 minuti prima dell’utilizzo l’auto. Mentre con l’iscrizione in Italia si possono poi utilizzare le auto DriveNow nelle città estere in cui è già presente: Berlino, Amburgo, Monaco, Colonia, Dussëldorf, Vienna, Londra, Copenhagen, Stoccolma, Bruxelles.