Jaguar i-Pace, il crossover elettrico ha nel mirino Tesla

Nata per essere elettrica, la crossover Jaguar I-Pace fa il suo debutto sul mercato, anche italiano, con un prezzo di partenza di 79.970 euro

1
1232

Tutti i grandi costruttori, soprattutto se di fascia alta, hanno nel mirino Tesla e i suoi modelli di successo per iniziare l’avventura nel mondo elettrico.

Non è da meno Jaguar che con il suo crossover elettrico i-Pace, presentato già come concept in occasione dell’entrata nell’agone della FormulaE ed esposto ai Saloni in tutto il mondo, ha introdotto sul mercato, già ordinabile al prezzo di 79.970 euro, per la serie S fino ad arrivare ai 14.390 per la First edition, un modello dalle caratteristiche molto interessanti.

Batteria da 90 kWh per un’autonomia di quasi 480 km

A bordo di Jaguar i-Pace, nel pianale, trova spazio una batteria da 90 kWh, composta da 482 celle a sacchetto (pouch) che permette di raggiungere i 480 km nel ciclo di autonomia WLTP (decisamente più veritiero del famigerato NEDC).

Una batteria di queste dimensioni si può ricaricare sfruttando la Combo CCS in grado di arrivare a 100 kW nelle colonnine di ricarica rapida dedicate, 15 minuti per ricaricare 100 km, 45 per l’80% della batteria. Mentre il caricatore integrato da 7 kW permette di avere, nelle ricariche casalinghe notturne, una batteria completa in circa 13 ore.

Come tutti i grandi costruttori, che hanno nel mirino Tesla, riteniamo che anche Jaguar potrebbe spingersi più in là della costruzione di un’ottima auto elettrica e pensare a contribuire a costruire un’infrastruttura di ricarica adeguata per creare l’ecosistema in grado di far muovere le auto elettriche.

Nata elettrica dalle prestazioni impressionanti

Jaguar i-Pace è nata elettrica e questo ha consentito di razionalizzare lo spazio e la disposizione dei componenti a bordo: i due motori elettrici a magneti permanenti sono disposti sui due assi, garantiscono 400 cv e un coppia di 696 nm, il che si traduce in un’accelerazione da 0-100 km/h in 4,8 secondi.

Da sottolineare anche il coefficiente aerodinamico, che sulle elettriche è sempre molto importante per ottimizzare l’autonomia (basta guardare alla Ioniq d Hyundai): sulla iPace è 0.29.

Molto spazio all’interno e connettività ai massimi

Proprio per la disposizione razionale della componentistica, la Jaguar i-Pace può vantare un’abitabilità molto alta in relazione alle sue dimensioni, è lunga 4,60 metri, lo spazio a disposizione per i passeggeri posteriori è di ben 890 mm e il bagagliaio può arrivare a contenere 1.453 litri.

All’interno dell’abitacolo troviamo il sistema di infotainment Jaguar Touch Pro Duo, oltre a un’avanzata tecnologia che permette di gestire alcune funzioni dell’auto anche dall’esterno tramite app su smatphone o smart watch.

Tesla insomma è nel mirino, con un posizionamento di prezzo mirato che mette la Jaguar I-Pace in concorrenza con il Suv Model X, ma ora serve anche per Jaguar iniziare a lavorare seriamente su questo cambio di paradigma necessario all’industria automobilistica mondiale che va oltre la “semplice” produzione di auto. Le premesse ci sono tutte.

 

 

 

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here