Un piano da 34 miliardi di euro nella mobilità elettrica per Volkswagen

Tre nuovi modelli completamente elettrici a partire dal 2020, gli investimenti di Volkswagen nela mobilità elettrica, e non solo, non lasciano dubbi sull'impegno del costruttore tedesco in questo settore

0
292

Volkswagen ha annunciato un piano di investimenti da oltre 34 miliardi di euro nello sviluppo della mobilità elettrica, nella guida autonoma, nei servizi interconnessi e nella digitalizzazione della propria gamma di automobili con obiettivo il 2022.

L’obiettivo è chiaro: diventare un leader di mercato nel segmento delle auto elettriche entro il 2025 e, a giudicare dai primi risultati di questa fine 2017, con le sole eGolf ed e-Up!, il gruppo tedesco sembra avere tutte le carte in regole.

“Stiamo reinventando l’automobile – ha commentato così il Ceo di Vw Matthias Müller -, e per raggiungere questo obiettivo stiamo facendo investimenti con i fondi necessari dalle nostre risorse. L’intera industria automobilistica sta per attraversare anni di trasformazione e di grandi opportunità, ma servono investimenti massicci”.

Sta quindi concretizzandosi lo scenario post dieselgate che aveva visto il costruttore tedesco pagare una multa salata negli Usa e iniziare a investire nello sviluppo della mobilità elettrica.

Le Volkswagen elettriche che arriveranno dal 2020

Saranno tre i modelli, nati per essere 100% elettrici su piattaforma MEB, su cui il costruttore tedesco si concentrerà per la prima fase di elettrificazione della gamma a partire dal 2020: la berlina del segmento C, I.D., un crossover I.D.Crozz e la versione elettrificata del mitico Bulli, I.D. Buzz.

Piattaforma MEB nella fabbrica di Zwickau

È stata individuata la fabbrica di Zwickau, impianto produttivo abbastanza recente, inaugurato nel 1990 in Sassonia, come centro per la costruzione di veicoli basati sulla piattaforma MEB Modularer Elektrifizierungs Baukasten e per la progressiva ibridizzazione ed elettrificazione dei veicoli in gamma.

Dalla fine del 2018 la linea produttiva della Passat si sposterà nella fabbrica di Emdem, la Golf, compreso il nuovo modello, sarà assemblata invece a Wolfsburg.

————

Immagine di apertura rielaborata su base

Emil Jarfelt

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here