Raggiunte le 2000 Tesla Model3 prodotte alla settimana, tra pesci d’aprile e cali in borsa

0
560

In una lettera ai propri dipendenti, pubblicata da Electrek, Tesla sottolinea come il traguardo di 2.000 Model3 alla settimana sia ormai raggiunto, anche se è stato davvero difficile arrivarci, e forse fuori dall’inferno della produzione non si è ancora usciti.

Produzione Tesla Model3, non ancora in target ma un passo in avanti

Siamo dunque a meno della metà rispetto all’obiettivo di 5.000 unità alla settimana, poi rivisto al ribasso a 2.500, ma lentamente i numeri iniziano a far presagire un avvicinamento a ciò che molti, e soprattutto quelli che hanno investito i 1.000 dollari per la prenotazione, aspettano ormai da mesi.

Questo dovrebbe dare un po’ di respiro a Tesla, che è uscita dalla fine di marzo con le azioni in picchiata, dovute a diverse cause, dal downgrading B3 da B2 di Moody’s, il richiamo volontario delle Model S per la sostituzione di un componente e non da ultimo l’incidente che è costato la vita a un conducente di una Model X che si è schiantata, con Autopilot attivato, contro uno spartitraffico in California.

Il pesce d’aprile di Musk non ha rasserenato gli animi sul titolo

Intanto il primo d’aprile, come da tradizione, anche Elon Musk si è divertito su Twitter a prendere in giro i suoi follower giocando proprio con l’aspettativa più grande di investitori, appassionati e soprattutto haters e detrattori rispetto al futuro di Tesla, che molti vedono prossima al fallimento.

 

Tesla in bancarotta secondo tutti i capitoli della legge fallimentare statunitense compreso il Capitolo 14 e mezzo (il peggiore 😉 e il corpo di Elon è stato rinvenuto vicino a una Model3, la vera causa del tutto.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here