Renault cede il testimone a Nissan in FormulaE dalla stagione 2018/19

Quella che sta per iniziare sarà l'ultima stagione per Renault che cede il posto a Nissan in un'ideale staffetta del gruppo che più sta investendo sulla mobilità elettrica

0
314
adv

Dopo aver dominato il titolo costruttori nelle prime tre edizioni del campionato di FormulaE ed avere tutte le chance per far bene anche nella quarta che sta per iniziare, Renault passerà il testimone a Nissan dalla quinta stagione, preferendo concentrarsi nello sviluppo della monoposto e dei motori ibridi per la Formula1.

Se Renault esce, tanti costruttori pronti a sfidarsi nei prossimi anni in FormulaE

Un fulmine a ciel sereno a poche settimane dall’inizio del campionato, mitigato però dal prossimo ingresso di Nissan, il costruttore giapponese che più si sta spendendo per la mobilità elettrica.

La FormulaE attira sempre più attenzione e molti sono i costruttori che sono già entrati o stanno per farlo nel campionato delle monoposto elettriche, tedeschi in prima fila: Audi da questa stagione prende il posto ufficialmente dei preparatori Abt, che avevano partecipato alle prime edizioni, mentre dalla quinta stagione avremo Bmw che per ora aveva supportato la serie con le auto di servizio i3 e i8, ha annunciato l’impegno, Porsche che lascia mondiale endurance Wec e Mercedes pronta a lasciare il Dtm per concentrarsi su motori ibridi con la Formula1 e motori elettrici con la FormulaE.

Dalla scorsa stagione ha preso parte anche Jaguar che aveva preso l’eredità dalla sfortunata esperienza della TrulliGP, mentre l’altra francese, DS, marchio di alta gamma del gruppo Peugeot Citroen, in partnership con Virgin è ormai alla sua terza edizione. Ancora meglio il costruttore indiano Mahindra che ci ha creduto fin dalla prima stagione.

Insomma una nutrita schiera di costruttori approdano alla serie elettrica, ciò ha ricadute positive non solo a livello di immagine ma ci fa ben sperare nel loro impegno di focalizzarsi anche a livello produttivo sui motori elettrici.

E per gli italiani? Marchionne, al solito quando si parla in elettrico, va in “modalità stand by”, quindi niente Ferrari, Alfa o Maserati per ora, ma ci possiamo accontentare di due piloti italiani, Edoardo Mortara, che sarà al volante di una Venturi e di Luca Filippi, a bordo della Nio.

Un passaggio soft tra Renault e Nissan

Renault e Nissan hanno annunciato di procedere in questa stagione a un passaggio graduale delle consegne. Secondo gli organizzatori anche per la quinta stagione del campionato si schiereranno in pista 9 team.

Così Alessandro Agag, fondatore e Ceo della serie elettrica, saluta l’ingresso di Nissan in FormulaE: “L’arrivo di un marchio come Nissan è un momento importante per la serie. Non si tratta solo dell’arrivo di un nuovo costruttore nella famiglia, ma del primo costruttore giapponese, il che dimostra quanto sia effettiva la rivoluzione elettrica”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here