A Londra introdotta una tassa sulla tossicità delle auto in città

Una tassa di 10 sterline che devono pagare i proprietari di auto non rispondenti alle ultime norme in fatto di emissioni

0
332
adv

Città storicamente accumunata con il grigio dello smog che dalla rivoluzione industriale in poi ha caratterizzato le sue strade, Londra è da anni all’avanguardia in fatto di mobilità cittadina, e lunedì 23 ottobre ha fatto un passo avanti.

È stata infatti introdotta la T-charge (emission o toxicity charge), una vera e propria tassa sull’inquinamento prodotto dalle auto, i cui proprietari dovranno pagare fino a un totale di 21,50 sterline per entrare nelle strade della capitale del Regno Unito.

T-charge di Londra colpisce le automobili più inquinanti

Una misura di certo tesa a disincentivare l’uso delle automobili più inquinanti a Londra, la T-charge dal costo di 10 sterline, è diretta a tutti i veicoli che non rispondono a tutte le ultime normative in fatto di emissioni, sostanzialmente da Euro 4 in giù, e si somma con la congestion charge da 11,5 sterline, che limita i veicoli nel centro, introdotta già nel 2003.

Un passo importante preparatorio per l’obiettivo del 2020 di creare una zona a bassissime emissioni (Ulez, Ultra Low Emission Zone) all’interno della città, ,”questo è il giorno per unirsi – ha dichiarato il sindaco della città, Sadiq Kahn – e combattere per avere aria pulita e non quella inquinata che giornalmente respiriamo”.

Proprio i soldi che entreranno nelle casse dell’amministrazione, saranno reinvestiti in iniziative atte a ridurre l’inquinamento.

Foto di apertura: https://unsplash.com/photos/POYDluw0tyw

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here