A Napoli si spinge sul car sharing elettrico

0

Obiettivo 250 Renault Twizy per il capoluogo campano con il progetto Bee-Green Mobility Sharing

Napoli punta decisa verso il car sharing elettrico. Nel capoluogo campano da qualche mese ha debuttato Bee-Green Mobility Sharing che propone vetture elettriche con abbonamento e senza spese accessorie.
 
Le auto utilizzate sono una quarantina di Renault Twizy, vetture da due posti, particolarmente adatte all’ambiente urbano. Entro fine anno però l’obiettivo è di fare circolare circa 250 macchine.
 

Le auto vantano un’autonomia di circa un centinaio di chilometri possono essere utilizzate all’interno delle ZTL e delle isole pedonali e prenotate online o presso i Punti Bee. La Twizy possono essere lasciate negli appositi parcheggi.

In questo periodo dovrebbe poi prendere vita il progetto Park&Ride che permette di parcheggiare la propria auto ai Bee Point e proseguire il viaggio al volante a una Twizy o a una bicicletta a pedalata assistita. 

Per utilizzare il car sharing bisogna sottoscrivere un abbonamento di trenta euro l’anno o dieci euro per tre giorni con una tariffa di 0,15 euro  per la prima ora che diventano 0,20, 0,25, 0,30 per le successive nel caso dell’abbonamento annuale e da 0,18 a 0,33 nel caso dei tre giorni. Le auto devono essere ritirate e consegnate in uno dei parcheggi del car sharing.
 
Al momento sono quasi 20 i punti Bee attivi a Napoli e sone limitrofe e in programma è prevista l’apertura di altri sei, ma l’obiettivo finale è di arrivare a un centinaio di parcheggi.


Questa mailing list usa Mailchimp. Iscrivendoti ad una o più liste, contestualmente dichiari di aderire ai suoi principi di privacy e ai termini d'uso.

In ottemperanza al Gdpr, Regolamento UE 2016/675 sui dati personali, ti garantiamo che i tuoi dati saranno usati esclusivamente per l’invio di newsletter e inviti alle nostre attività e non verranno condivisi con terze parti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here