Abilitare Tesla Model S e X pre-2019 alla ricarica con CCS (incluso V3) costa 500 euro

0
296

Abbiamo già detto della sgradita sorpresa che può capitare a un proprietario di Model S o Model X che, seguendo le indicazioni del navigatore di bordo, arrivi a un impianto Supercharger V3 (il primo in Italia di questo tipo è quello recentemente aperto a Forli) i cui stalli sono provvisti solo del cavo con connettore CCS, non direttamente utilizzabile da quei due modelli in quanto dotati di una presa Mennekes-Tesla.

Anche la potenza di ricarica del SC V3 (fino a 250 kW) è superiore ai valori originariamente accettati dalla batteria di S e X, che erano stati sì elevati a più riprese nel tempo anche se “solo” fino a 142 kW, ma a questo Tesla ha posto rimedio con un recente aggiornamento software (2020.24.6) che a fine giugno ha abilitato i due modelli ad accettare, stando alle note di rilascio, fino a 225 kW di potenza di ricarica, sfruttando quasi completamente le potenzialità degli impianti V3.

Sul sito USA di Tesla, nelle specifiche tecniche della Model S si vede (in basso a destra) che per il Supercharger è indicata una potenza massima di ricarica di 250 kW, come per la Model 3.

In nuovi esemplari di S e X, secondo alcune fonti potrebbe esserci una batteria con uno step evolutivo hardware più recente con tanto di nuovo codice identificativo scoperto a livello software da qualche appassionato, ma soprattutto (questo invece confermato dallo stesso Musk via Twitter) cablaggi interni maggiorati per mitigare le dissipazioni per effetto Joule.

Comunque sia, il risultato è che ora le specifiche tecniche online (sul sito Usa, non ancora su quello italiano né su quello tedesco) parlano di 250 kW come per le Model 3, quindi il gap dovrebbe essere stato chiuso. Ma resta il problema del connettore incompatibile e degli esemplari già in circolazione.

Le soluzioni proposte da Tesla: adattatore o modifica hardware

Fortunatamente Tesla ha previsto una soluzione anche a questo problema, che dipende dalla data di produzione dell’auto: come recita il sito Tesla italiano,

  • Tutte le Tesla Model S e Model X prodotte dopo il 1° maggio 2019 hanno le caratteristiche tecniche necessarie per la ricarica CCS Combo 2 mediante un adattatore CCS Combo 2.” Pare inoltre che il suddetto adattatore sia fornito in dotazione con la vettura, nella borsa accessori/cavi.
  • Per le Model S e X prodotte prima del 1° maggio 2019, invece, occorre “un semplice aggiornamento in assistenza per sfruttare i vantaggi della ricarica CCS Combo 2 tramite l’adattatore Tesla CCS Combo”. L’aggiornamento, che tramite l’app è possibile programmare presso un centro assistenza Tesla, “ha un costo di € 500, incluso il costo di un adattatore CCS combo 2 (€ 170 se acquistato separatamente).”

Da quanto sopra si capisce che non è solo questione di adattatore (il cui costo, infatti, ammonta solo a circa un terzo del costo dell’aggiornamento in assistenza) ma che, per le auto prodotte prima del 1 maggio 2019, c’è anche dell’altro da fare. Risulta infatti che in assistenza vengano effettuati interventi sia nella zona sotto il divano, fra porta di ricarica, alimentatore e batteria, sia nella zona del “frunk”. In particolare il kit comprende cablaggi e una centralina elettronica. Senza tali ulteriori modifiche, l’adattatore o non è utilizzabile o non basta da solo a consentire l’uso del CCS.

La centralina di cui e’ prevista l’installazione a bordo per abilitare l’auto all’utilizzo dell’adattatore per la ricarica via CCS.
Del kit per l’abilitazione alla ricarica CCS fa anche parte un insieme di cavi per i collegamenti necessari.
Cosi’ si presenta di lato l’adattatore CCS per la Model S e la Model X
Vista dell’adattatore lato vettura.
L’adattatore lato maschio CCS
Adattatore in posizione pronto per consentire la ricarica di una Model S via CCS!


Questa mailing list usa Mailchimp. Iscrivendoti ad una o più liste, contestualmente dichiari di aderire ai suoi principi di privacy e ai termini d'uso.

In ottemperanza al GDPR, Regolamento UE 2016/675 sui dati personali, ti garantiamo che i tuoi dati saranno usati esclusivamente per l’invio di newsletter e inviti alle nostre attività e non verranno condivisi con terze parti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here