Perché Milano è il paradiso per chi vuole o ha un’auto elettrica

Dagli incentivi alle agevolazioni sul territorio del comune, sono quasi imbarazzanti i vantaggi di possedere un'auto elettrica nel comune di Milano

1
2747
Milano vantaggi auto elettrica

Ci sono tanti motivi che ci hanno spinto a dare a questo pezzo il titolo che vedete in alto, considerando gli incentivi e le agevolazioni di cui possono godere i residenti nel comune di Milano. L’elenco dei vantaggi è francamente imbarazzante. Forse per questo sono ancora relativamente pochi a passare all’elettrico? 🤔

Gli incentivi di Milano per l’acquisto di un’auto elettrica

Partiamo dagli incentivi: combinando quelli statali con quelli milanesi si possono risparmiare 19.600 euro sull’acquisto della vettura, come segue:

Quanto sopra naturalmente salvo ulteriori maggiori sconti che il concessionario volesse concedere.

Comunque, anche così, un’auto elettrica cittadina come la Volkswagen e-Up! si può acquistare al prezzo di uno scooter: circa 3mila euro.

Le agevolazioni per le auto elettriche nel comune di Milano

Ma i vantaggi non sono finiti qui, anzi abbiamo appena cominciato.

Si entra in area B sempre, in qualsiasi giorno e orario, anche nelle giornate di blocco totale, e sempre gratis

Si entra anche in area C sempre, in qualsiasi giorno e orario, anche nelle giornate di blocco totale, e sempre gratis

Parcheggio gratis e libero su strisce blu e gialle. Richiedendo al Comando della Polizia Locale l’apposito contrassegno spettante a tutte le auto elettriche:

  • si parcheggia gratis sulle strisce blu, dove normalmente si pagherebbe la tariffa a tempo; (risparmio! E non si perde tempo a cercare la colonnina di pagamento)
  • si parcheggia anche sulle strisce gialle, ossia nei posti riservati ai residenti, dove normalmente un non-residente non potrebbe parcheggiare nemmeno pagando (aumento delle opportunità di parcheggio!)

Non si paga il bollo. In Lombardia l’esenzione per auto 100% elettriche è permanente (in altre Regioni e’ “solo” quinquennale).

Si risparmia sull’assicurazione RC. A seconda del modello di auto elettrica, e (nostra ipotesi) dei sistemi di guida autonoma di cui dispone, l’assicurazione RC auto può costare sensibilmente meno di quella di un’auto termica paragonabile, perfino nel caso in cui la classe di merito fosse già eccellente o “sottozero”. Provare per credere.

Le ricariche quasi gratuite di A2A

La ricarica alle colonnine pubbliche A2A (anche fast) è virtualmente gratuita. Con una tessera da richiedere ad A2A, del costo di 15 euro a trimestre (5 euro al mese) si puo’ caricare senza limiti mensili di kWh su tutte le colonnine A2A a Milano (Linate compresa), Brescia e Bergamo, incluse quelle fast da 43 kW.

Per poter ricaricare anche fuori città dove A2A non è presente si può stipulare l’abbonamento flat Duferco Energia che dà accesso a ricariche anche Fast su circuito EnelX e Ionity, con 300 kWh mensili a 25 euro/mese+Iva: un costo inferiore perfino a quello dell’elettricità residenziale. Non è esagerato dire che il costo del carburante praticamente scompare come voce di spesa nel costo totale di possesso del veicolo.

Parcheggio in centro comodo e gratuito

Il parcheggio in centro diventa comodissimo. Alcune delle suddette colonnine, specie le A2A, si trovano in posizioni chiave o centralissime della città, a poche decine di metri da piazza Scala, dal Duomo, dai Giardini pubblici, dal Tribunale, dalla Prefettura, ecc,; e con l’attuale bassa concentrazione di auto elettriche, i posti si trovano quasi sempre liberi. Questo consente di arrivare in centro, parcheggiando in superficie, gratis e molto vicino ai luoghi più iconici della città, e nel frattempo ricaricando l’auto, a costo marginale virtualmente nullo dato il costo irrisorio della tessera A2A. Va ricordato che il parcheggio nelle postazioni di ricarica e’ consentito solo durante la ricarica, dopodiché il veicolo deve liberare l’area. Ma se la colonnina non è fast, e non si arriva con la batteria troppo carica, la ricarica (e quindi il parcheggio gratis) durerà anche ore.

Si risparmia sulla manutenzione e le giornate di fermo macchina in officina si diradano moltissimo. Il veicolo elettrico, intrinsecamente molto semplice, ha una manutenzione che e’ molto meno impegnativa e molto meno costosa di quella di un analogo veicolo termico o anche ibrido.

Meditate gente, meditate!

Questa mailing list usa Mailchimp. Iscrivendoti ad una o più liste, contestualmente dichiari di aderire ai suoi principi di privacy e ai termini d'uso.

In ottemperanza al GDPR, Regolamento UE 2016/675 sui dati personali, ti garantiamo che i tuoi dati saranno usati esclusivamente per l’invio di newsletter e inviti alle nostre attività e non verranno condivisi con terze parti.

1 COMMENTO

  1. Però siamo anche sinceri sulla rete A2A (ovvero Emoving) di Milano: l’overbooking di tessere e l’inciviltà di molto utenti rendono queste colonnine inusabili perchè spesso vandalizzate.
    L’assistenza è quasi inesistente, sopratutto per le fast (per le quick recentemente sono state cambiate, quindi ora sono nuove e vanno ancora, ma prima erano ugualmente un problema).
    Inoltre (sempre per inciviltà degli utenti), molti caricano eternamente alle colonnine (ci sono i limiti di 1 o 2 ore, ma tanto non si persegue nessuno), alcuni corrieri scambiandosi pure gli env200 a rotazione (e non potrebbero).

    Per il pass, benedetto sicuramente, ma non è gratis, va detto. Costa 59 euro e dura 3 anni.

    Visto invece non c’e’ bisogno di nessun modulo o pass per areac ed areab (controllo automatico su targhe), non si capisce perchè per il pass bisogna richiederlo con burocrazia e pagarlo.

    Comunque, concordo con il titolo del messaggio: Milano è un paradiso. Io ci vivo e ci carico auto ricaricabili dal 2014 (ne ho passate 5….). Ho fatto cose miracolose che non facevo neppure negli anni 2000.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here