Angela Merkel vuole l’auto elettrica, i tedeschi, per ora, un po’ meno

4
1330

La prossima auto del popolo tedesco sarà a batterie. Lo ha confermato la cancelliera ribadendo l’obiettivo del piano lanciato tre anni fa. Incentivi zero ma aspettative sui nuovi modelli 

 

Un milione di auto elettriche sulle strade tedesche entro il 2020. E’ questo l’obiettivo annunciato dal cancelliere tedesco Angela Maerkel che crede molto nell’elettromobilità. In realtà la Merkel ha semplicemente confermato gli obiettivi del piano lanciato tre anni fa dal suo governo.

Il problema è che, almeno fino a oggi i tedeschi ci credono un po’ meno. Lo scorso anno in Germania sono state vendute solo tremila vetture di questo tipo su un totale di circa tre milioni di auto vendute. E nel primo quarto di quest’anno sono state solo 1032.

Le perplessità sono confermate da un’indagine dell’Automobile club locale secondo la quale gli automobilisti sono oggi più scettici rispetto a un paio d’anni fa sull’auto elettrica e non sarebbero disposti a pagare di più per queste vetture. Non a caso le auto vendute non sono state acquistate dai privati, ma soprattutto dalle aziende.

Più favorevoli all’elettrica sono invece le case automobilistiche teutoniche, che hanno in programma un investimento di circa 12 miliardi di euro nei prossimi tre anni sulle propulsioni alternative. Le auto però non potranno godere di incentivi. Il ministero dell’Industria, infatti, non pare propenso a seguire la strada già intrapresa da Francia, Usa e Cina, anche se il governo Merkel ha concesso alle industria fondi per la ricerca pari a 1,5 miliardi di euro, mentre gli automobilisti godono di una moratoria sul bollo di dieci anni.

Intanto, la prossima settimana debutterà sul mercato la Zoe di Renault, in luglio arriverà l’aggiornamento 2013 della Nissan Leaf, in agosto seguirà Tesla con il Model S e a settembre sarà la volta di Bmw i3 e Volkswagen E-Up.

Una nota polemica arriva però da alcuni osservatori, secondo cui la passione per l’auto verde si spiega anche con l’obiettivo di combattere il piano di aiuti all’automotive del vicepresidente della Commissione Ue Antonio Tajani, che favorirebbe produttori in crisi come Fiat.

4 COMMENTI

  1. […] Il ministro dell’economia Sigmar Gabriel ha annunciato che il governo tedesco sta studiando un piano del valore di oltre 2 miliardi di euro per incentivare gli acquisti di auto elettriche e per creare una rete di infrastruttura di ricarica. La Germania del resto è pronta a sostenere la svolta verde del settore automobilistico, spronato già due anni fa dalle parole della cancelliera Angela Merkel. […]

  2. […] Il ministro dell’economia Sigmar Gabriel ha annunciato che il governo tedesco sta studiando un piano del valore di oltre 2 miliardi di euro per incentivare gli acquisti di auto elettriche e per creare una rete di infrastruttura di ricarica. La Germania del resto è pronta a sostenere la svolta verde del settore automobilistico, spronato già due anni fa dalle parole della cancelliera Angela Merkel. […]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here