Batterie della Leaf: scagionata la WattStation di GE, il colpevole è un bug

0
1362

E’ ufficiale: i casi di danneggiamenti al sistema di ricarica della Leaf non sono dovuti al caricabatterie di General Electric, ma al software. In attesa di una patch è meglio non ricaricare l’auto durante un temporale

Dopo che a inizio luglio un rivenditore Nissan della California ha invitato i propri clienti a non utilizzare stazioni di ricarica General Electric WattStation per ricaricare le batterie delle loro Nissan Leaf per evitare possibili danni al sistema di ricarica di bordo è partita una investigazione ufficiale: la Casa madre ha informato tutta la rete di vendita del possibile problema ed è anche emerso che le prime segnalazioni risalivano addirittura ad Aprile e provenivano da vari Stati.

In almeno un caso, General Electric si è offerta di sostituire una WattStation ma nella vicenda insospettiva il fatto che il problema si verificasse solo quando la WattStation era utilizzata per ricaricare una Nissan Leaf. Questo nonostante la WattStation sia certificata secondo gli standard pertinenti e sottoposta a test da organismi indipendenti per maggiore affidabilità.

Nel frattempo le indagini continuavano, confermando fra l’altro che il problema non capitava mai ricaricando altri modelli di auto con la stessa WattStation, e finalmente General Electric avrebbe chiarito che il problema non sta nella WattStation ma nel software del caricatore di bordo della Nissan Leaf, che può danneggiare i componenti di bordo usando certi caricabatterie o in certe situazioni come delle momentanee interruzioni di carica o temporanei cali di voltaggio. Nissan è al lavoro per risolvere il problema e nel frattempo starebbe avvisando i suoi clienti USA di evitare di ricaricare il veicolo in momenti nei quali è più probabile che si verifichi un calo di tensione o un vero e proprio blackout, come le fasce orarie di picco o durante temporali.

Questa mailing list usa Mailchimp. Iscrivendoti ad una o più liste, contestualmente dichiari di aderire ai suoi principi di privacy e ai termini d'uso.

In ottemperanza al GDPR, Regolamento UE 2016/675 sui dati personali, ti garantiamo che i tuoi dati saranno usati esclusivamente per l’invio di newsletter e inviti alle nostre attività e non verranno condivisi con terze parti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here