Bmw iX3 e i progetti futuri nell’elettrico della casa tedesca

In concomitanza con il lancio del nuovo Suv elettrico iX3 di casa Bmw, Massimiliano di Silvestre ha raccontato quali saranno i prossimi passi e modelli elettrici dei prossimi anni

0
Bmw ix3

Il 5 marzo, Bmw ha presentato un nuovo veicolo elettrico che andrà ad aggiungersi alla gamma elettrica “i” della casa automobilista tedesca. L’auto 100% elettrica è stata chiamata iX3, ma non è stata il solo annuncio durante l’evento di presentazione. Il presidente e Ceo di Bmw Italia, Massimiliano di Silvestre, ha descritto quali saranno i futuri obiettivi da raggiungere per Bmw.

Il Suv o Sav elettrico Bmw iX3

La nuova Bmw iX3 nasce in sostanza dalla combinazione del primissimo veicolo elettrico di Bmw, la i3, a cui si sono unite le caratteristiche del Suv Bmw X3, ampliandone la motorizzazione. Bmw X3 aveva infatti la possibilità di scegliere che tipo di motore montare sul proprio mezzo tra cui benzina, diesel e plug-in Hybrid, ma non disponeva una versione full electric e grazie alle tecnologie di quinta generazione nel campo dell’elettrico, Bmw è riuscita a mettere assieme le caratteristiche delle due auto nella nuova Bmw iX3.

Il risultato è un Sav, Sport Activity Vehicle, che punta a diventare un’auto partecipe al mercato sempre più grande e richiesto di veicoli elettrici. Una caratteristica molto interessante è che la Bmw iX3 non solo abbatte completamente l’impatto ambientale durante il suo utilizzo, ma per quanto riguarda la sua produzione, Bmw utilizzerà molte materie come alluminio e termoplastiche, che favoriranno, insieme alla quasi totale assenza di materiali rari usati per la realizzazione delle auto, ad abbassare l’inquinamento per la realizzazione del veicolo.

Caratteristiche di iX3

Partendo dalle caratteristiche salienti di Bmw iX3 è che monta una batteria da 80 kWh e che consente di avere un’autonomia di 480 km misurati con il ciclo di omologazione WLTP. Il motore fa parte della quinta generazione della Bmw eDrive technology ed è da 210kW ovvero 286 cavalli e fino a 400Nm di coppia. La velocità massima raggiungibile è di 180 km/h limitata elettronicamente mentre per l’accelerazione, iX3 riesce a concludere uno 0-100 in 6,8 secondi, quasi come i 6,9 secondi della piccola Bmw i3.

Per ricaricare la batteria, Bmw iX3 può raggiungere velocità fino a 150 kW consentendo al veicolo di recuperare fino all’80% di batteria in circa 34 minuti. Sempre utilizzando una colonnina a 150 kW, in soli 10 minuti, è possibile rigenerare circa 100 km di autonomia. La ricarica veloce può essere effettuata attraverso le colonnine di Ionity, partner di Bmw. In assenza di colonnine ad alta velocità, si può ricaricare il proprio veicolo tramite le colonnine pubbliche a 11 kW in modalità Ac grazie al connettore di tipo 3.

I modelli disponibili sono 2: Inspiring e Impressive. Tra le due versioni, le differenze sono puramente estetiche e di Optional non andando così a modificare le prestazioni del motore e della batteria. Il prezzo per Insipiring è di 69.900 euro mentre per Impressive è di 75.750 euro.

I progetti futuri per Bmw

Dopo la presentazione, Massimiliano di Silvestre è intervenuto descrivendo i prossimi passi che la casa tedesca compirà negli anni a venire. Per iniziare, di Silvestre, ha dichiarato quanto in questi anni, Bmw ha fatto per la mobilità elettrica. Quello che però importa ora è che entro la fine di questo 2021, assisteremo alla presentazione della nuova Bmw i4 e la Bmw iX. Nella serie 5, serie 7 e X1, nei prossimi anni, vedremo auto di queste categorie 100% elettriche.

Nel 2023 Bmw punta ad avere disponibili nella sua gamma 25 veicoli con motorizzazione elettrica, di cui la metà totalmente elettrici. Ma Bmw, come dichiarato, non si impegna solo nella produzione di veicoli a impatto zero per soddisfare la crescente domanda del mercato sia italiano che estero, ma anche nel ridurre il più possibile le emissioni per la produzione di tali veicoli.

Per il 2030 la casa tedesca vuole ridurre le emissioni dei suoi veicoli per un terzo comprendendo tutta la vita dell’auto, fino al suo riciclo. Secondo le previsioni, così facendo, si avrà un abbattimento di ben 40 milioni di tonnellate di CO2 per ogni prodotto nel proprio ciclo di vita.


Questa mailing list usa Mailchimp. Iscrivendoti ad una o più liste, contestualmente dichiari di aderire ai suoi principi di privacy e ai termini d'uso.

In ottemperanza al Gdpr, Regolamento UE 2016/675 sui dati personali, ti garantiamo che i tuoi dati saranno usati esclusivamente per l’invio di newsletter e inviti alle nostre attività e non verranno condivisi con terze parti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here