Con Renault Twizy ci si diverte nella guida in controsterzo

0
1673

Gli inglesi di MotorTrend si divertono a mettere alla frusta la Renault Twizy esibendosi in controsterzi continui. Chi pensava che le auto elettriche fossero noiose è servito

Va bene il risparmio, va bene il silenzio, vanno bene le emissioni zero, ma puo’ un’elettrica concedere anche qualche assaggio di guida rallistica (strada permettendo, s’intende)? Per chi ha il pallino dei controsterzi è difficile rinunciarvi. Così un sito inglese ha voluto verificare.

Ingredienti: una Renault Twizy con batterie al litio, 17 CV elettrici e un telaio firmato da Renault Sport (rigorosamente a trazione posteriore), niente traction control nè ESP, uno steering pad (reso viscido da una giornata dal clima opportunamente umido) e tanta voglia di stupire.

Risultato? Come il filmato dimostra, la vettura ce la fa: il pilota riesce a percorrere l’anello in derapata controllata e potrebbe continuare indefinitamente così in assetto stabilizzato, naturalmente fino ad esaurimento della batteria (che in queste condizioni di guida si scaricherebbe dopo circa 10 minuti).

Tutto bene quindi? Quasi. A parte la già citata autonomia, un poco ridotta in queste condizioni così insolite, MotorTrend rimarca che mancano maniglie a cui tenersi durante i controsterzi, ma non ci sembra un grosso problema: per il conducente basta e avanza il volante, mentre per l’improbabile passeggero posteriore (v. foto), profondamente incassato nella coda del veicolo e fornito di regolari cinture di sicurezza, non sembra certo esserci il rischio di essere sbalzato fuori!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here