Debutta a Le Mans la Toyota TS-030 Hybrid

0
980

Non ci saranno solo le due Audi ibride alla 24 Ore di Le Mans. Dopo che un incidente ne ha rallentato lo sviluppo, le due Toyota TS-030 Hybrid saranno regolarmente in griglia a Le Mans, pur con prestazioni probabilmente inferiori alle mostruose Audi. Ma è un altro passo in avanti del sistema Toyota ibrido

Avrebbero dovuto debuttare in Belgio, alla 6 ore di Spa, il 5 maggio scorso, ma un incidente in prova con conseguente danno al telaio ha costretto la Toyota a rimandare il debutto delle TS-030 Hybrid nelle competizioni di durata. Il tempo di preparare un nuovo telaio e la squadra potrà schierare le due auto, entrambe dotate del sistema ibrido Toyota composto accoppiando un motore a benzina con un elettrico, alla 24 Ore di Le Mans in programma nel fine settimana del 16 e 17 giugno.

Tecnicamente le due auto, iscritte nella categoria LMP1 (Le Mans Prototype), sono mosse da un V8 aspirato a benzina da 3,4 litri e da due motori elettrici, un Aisin sull’asse anteriore e un Denso sul posteriore. Grazie a un supercondensatore sviluppato dalla Nisshinbo in grado di recuperare fino a 500 kJ di energia in frenata, è possibile utilizzare i due motori elettrici come booster nelle fasi di accelerazione, aumentando le prestazioni e diminuendo i consumi. Vantaggio non trascurabile, in una gara di durata, per la conseguente necessità di minori soste ai box per rifornimento o, in alternativa, possibilità di realizzazione di serbatoi più piccoli con conseguenti vantaggi in termini di pesi e ingombri.

Non sono stati diffusi molti dati tecnici nè sulla vettura nè sul sistema di funzionamento: le prove effettuate a Le Mans due settimane fa hanno però fornito riscontri molto positivi per le Toyota ibride, che hanno fatto fermare i cronometri con tempo non molto lontani a quelli delle rivali Audi R18 e-tron quattro.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here