Eni ed Enel insieme per le auto elettriche nelle stazioni di servizio del futuro

0
3478

Quante volte si dice che l’auto elettrica, per decollare veramente, avrebbe bisogno di una infrastruttura di ricarica capillare? Ora ci pensano Enel ed Eni con un accordo strategico. E chi pensava che i petrolieri ostacolassero le auto elettriche è servito

Eni ed Enel insieme per l’auto elettrica, infatti nei distributori della rete stradale ed autostradale Eni, le Eni station, arriveranno colonnine di ricarica elettrica ad alta velocità, realizzate in cooperazione con Enel grazie ad un apposito accordo che potrebbe rovesciare l’attuale situazione di svantaggio infrastrutturale italiano nell’ambito della mobilità elettrica (creando, forse, le condizioni per un ripensamento del costruttore nazionale sulla sostenibilità commerciale della produzione di auto elettriche..).

Il piano prevede l’installazione, a partire da marzo, di colonnine di ricarica su un totale di circa 4.700 aree di servizio Eni. La ricarica potrà avvenire rapidamente grazie a potenze fino a 43 kW (nel caso della EnelFast): per un “pieno” potrebbe così bastare mezz’ora. Benefici per l’automobilista, specialmente sulla lunga distanza finora un po’ troppo “scoperta”, dato che 127 delle aree di servizio interessate si trovano sulla rete autostradale. Benefici anche per Enel, che grazie a questo accordo potrà quintuplicare il numero di punti di ricarica pubblici oggi gestiti.

Le installazioni verranno condotte con un preciso piano geografico, così da creare macroaree di copertura contigua; il piano dovrebbe partire dall’Emilia Romagna riallacciandosi a una sperimentazione Enel già in atto.

Ma poichè l’infrastruttura di ricarica, per raggiungere la dovuta completezza e capillarità, non può non contare sulle stazioni domestiche e private (si stima infatti che le colonnine compariranno in proporzioni circa uguali in uffici e aziende, in abitazioni private e negli enti pubblici), particolare importanza riveste la tariffa flat EnelDrive con cui sarà possibile caricare la propria auto elettrica senza limiti, con energia prodotta esclusivamente da fonti rinnovabili, per una quota fissa mensile di 25 euro nel caso della ricarica pubblica e 80 euro per quella privata (comprensiva del noleggio della colonnina privata e della relativa assistenza).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here