eRaid 2020: 1.000 km in auto elettrica dall’autodromo di Monza a Forte dei Marmi

0
374
eraid 2020

Il 18 giugno 2020, dopo l’esibizione delle Formula 1 storiche all’autodromo di Monza, all’interno dell’evento “Milano Monza Open-Air Motor Show”, sulla griglia di partenza si presenteranno mezzi 100% elettrici, pilotati da appassionati per eRaid 2020.

Una esibizione che vuole portare sulle strade d’Italia tutte le potenzialità della mobilità elettrica: durerà 4 giorni e i mezzi elettrici (auto e moto) percorreranno un totale di 1.000 km dal nord Italia lungo l’Appennino, attraversando Lombardia, Emilia-Romagna, Liguria e Toscana per arrivare in Versilia a Forte dei Marmi.
Un evento aperto a tutti i possessori di veicoli con motore elettrico, che potranno trovare maggiori informazioni sul sito dell’organizzazione. Le iscrizioni si chiuderanno il 30 aprile 2020.

Guidare nel silenzio e a zero emissioni per godersi al meglio le bellezze d’Italia

Il nome eRaid è stato scelto per ricordare un raid, un modo per abbattere i luoghi comuni sulle auto elettriche, che spesso sono concentrati sulla poca autonomia percorribile. Questo viaggio dimostrerà che è possibile macinare parecchi chilometri anche su un’auto elettrica, godendosi le bellezze del nostro Paese. E un viaggio nel silenzio è ciò che fa più apprezzare il panorama e il mezzo stesso, come abbiamo avuto modo di provare sulla nuova Renault Zoe Ze50 in Basilicata.

“Si tratta di una sorta di raduno itinerante a tappe molto turistico
-dice Alberto Sabbatini, uno degli organizzatori-, che si snoderà attraverso i percorsi più caratteristici del nostro paese. L’obiettivo è quello di dare ai possessori di una qualsiasi auto elettrica l’opportunità di partecipare a un evento realizzato su misura per i loro veicoli. Poiché c’è anche la componente del confronto in ballo, alla fine l’analisi dei dati rilevati ci dirà chi e come sarà riuscito a ottenere la massima efficienza dal proprio mezzo. eRaid mi ha decisamente entusiasmato perché credo sia importante allargare la percezione di versatilità dell’auto elettrica per vincere molti pregiudizi”.

Le tappe di eRaid 2020, da Monza a Forte dei Marmi

Il via è previsto il 18 giugno dalla griglia di partenza di Monza e dopo un giro del circuito, si passa sulla storica sopraelevata. Da lì il primo controllo di passaggio in piazza del duomo di Monza per poi puntare a Salsomaggiore Terme.

Il secondo giorno si passa dal circuito di Varano de Melegari, per la visita alla Dallara Academy e per dare uno sguardo da vicino alle monoposto di FormulaE si arriva a Pistoia.

La sede di Dallara

Nella terza tappa, guidando tra le colline toscane, si giunge a Montepulciano, da cui si parte per l’ultima tappa con le auto attese al traguardo Forte dei Marmi domenica 21.

Dove ricaricare le auto elettriche

Le ricariche lungo il percorso si effettuano presso le colonnine di un partner dell’evento, indicate dagli organizzatori. “La dislocazione e le caratteristiche delle migliaia di colonnine disponibili saranno consultabili attraverso le app consegnate ai partecipanti -spiega il Ceo di Cromatica, Daniele Papi, organizzatore della manifestazione-. Gli equipaggi avranno così la libertà di decidere dove, come e quando ricorrere all’utilizzo di questa rete e saranno costantemente collegati con la sala di controllo della manifestazione, dove verranno ‘tracciati’ in tempo reale”. Questo garantisce l’esecuzione delle ricariche unicamente presso le colonnine facenti parte del network dell’organizzazione.

Le auto elettriche sono suddivise in due gruppi: quelle con un motore con potenza fino a 45 kW e quelle con motore con potenza maggiore di 45 kW. Sono ammessi anche i motocicli elettrici, riuniti tutti in un unico gruppo. Di ogni veicolo sarà costantemente monitorata la posizione, al fine di valutare l’abilità dei conduttori nell’ottenere la migliore efficienza energetica nel percorrere le tappe.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here