eRaid, il giro tra le bellezze d’Italia in auto elettrica anche per chi non ne possiede una

Enit e Targa Telematics i due nuovi partner di eRaid, il tour a zero emissioni in Italia, aperto anche a chi non ha un'auto elettrica grazie a un accordo con Noleggioelettrico

0
eraid 2021 informazioni

Il 10 giugno partirà il tour di eRaid, un viaggio a zero emissioni tra le bellezze d’Italia. Essendo un tour dedicato alle auto elettriche, sono invitati tutti i proprietari di auto elettriche, ma gli organizzatori fanno sapere che anche chi non ne possiede una potrà partecipare grazie a Noleggioelettrico, un partner dell’evento, che si affianca anche a nomi del calibro di Enit e Targa Telematics.

Chi non possiede un’auto elettrica, come può partecipare a eRaid?

Uno degli obiettivi di eRaid è dimostrare il potenziale che le auto elettriche possono offrire, combattendo stereotipi che oramai esistono da anni. Uno dei più diffusi è certamente quello riguardante l’autonomia della batteria, che, a quanto detto da molti, “non permette di fare viaggi con auto ad alimentazione elettrica”. Percorrendo 1.000 km tra quattro regioni italiane in 4 giorni, verrà dimostrato che usare un’auto elettrica per viaggi lunghi, non è affatto un’utopia, anzi, è un piacere muoversi nel silenzio a zero emissioni. eRaid si è dunque aperto anche ai non possessori di auto elettriche, grazie a un accordo assieme con Noleggio Elettrico.

Noleggio Elettrico è una delle più grandi società in Italia che permette di noleggiare veicoli elettrificati tra cui grandi marchi come Tesla. I “non proprietari”, per poter partecipare, dovranno compilare il modulo di adesione a eRaid e successivamente contattare Noleggio Elettrico tramite l’interfaccia online sul sito: www.noleggioelettrico.com.

Enit e Targa Telematics nuovi partner di eRaid

A rendere possibile l’evento anche due nuovi partner come Enit e Targa Telematics. Enit è l’agenzia turistica che ha aiutato eRaid a organizzare il viaggio, valorizzando l’eccellenza italiana in tema di arte, storia, gastronomia e ospitalità.

Il compito affidato a Targa Telematics invece, sarà quello di utilizzare la tecnologia IoT (Internet of Things) per ottenere informazioni riguardanti la posizione Gps dei partecipanti, la velocità di crociera, la distanza percorsa fino a quel momento, orari, tempi, stili di guida e livello di carica delle batterie, tutte informazioni necessarie per verificare quale equipaggio avrà scelto la strategia migliore. Ogni partecipante, durante il viaggio, dovrà usare l’applicazione per registrare i dati, in più, sull’app, sarà possibile vedere dove i 27 checkpoint virtuali sono posizionati sulla mappa.


Questa mailing list usa Mailchimp. Iscrivendoti ad una o più liste, contestualmente dichiari di aderire ai suoi principi di privacy e ai termini d'uso.

In ottemperanza al Gdpr, Regolamento UE 2016/675 sui dati personali, ti garantiamo che i tuoi dati saranno usati esclusivamente per l’invio di newsletter e inviti alle nostre attività e non verranno condivisi con terze parti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here