Formula E – Mexico: Evans su Jaguar vince ed è leader mondiale

0
195

Lo specchietto retrovisore disegnato dalla pista di Mexico City, leggermente modificata rispetto all’anno scorso, è stato aggredito da Lotterer in pole position, subito davanti ad Evans su Jaguar. Un’altra aggressione è quella della pressione atmosferica, che può avere un effetto dirompente sulle batterie, tutte da verificare in questa stagione.

I punti sono diventati ancora più importanti dopo l’annullamento del GP di Cina, dovuto com’è noto al rischio Coronavirus in questa ed altre occasioni (anche in Formula 1, per dirla). Il cinese Ma partecipa dopo due settimane di quarantena. Abt sarà della partita, noonstante il crash in Practice 1, con danni a lui e alla macchina.

Lotterer (Porsche) parte in testa, con Evans (Panasonic) e de Vries (Mercedes) subito dietro. Il leader del mondiale, Vandoorne a 38 punti, partirà decimo; ben peggio è andata al secondo, Sims a 35, che partirà diciottesimo. Occasione dunque per Sam Bird, terzo a 28 punti: è arrivato quinto in superpole, ma è stato ottimo durante tutte le qualifiche. In coda le Mahindra, penalizzate per il cambio.

Evans va in testa al primo giro

Pronti, via! Evans prende a spallate Lotterer, che poi ne fa un’altra e scivola dietro. Al minuto dopo Buemi supera DeVries che poi perde altre due posizioni, mentre risale Lotterer. Al minuto -42 Mueller fa il botto ed esce la safety car. Ora abbiamo Evans (46) Buemi (18) Lotterer (36) Bird (40) Frijns (20), con Vandoorne a 39 e Sims a 35.

Si riparte e via!, Bird passa Lotterer e poi via via anche altri passano il poleman, che si ritrova sesto, poi (-29) raccatta uno striscione che gli manda a fuoco la macchina. Massa aveva già toccato le barriere ed era uscito. Bird passa Buemi ed è secondo in corsa, ma primo nel mondiale grazie al provvisorio miglior tempo che lo issa a 47 punti.

A -20 in seconda fascia sono saliti i leader: DaCosta, Vergne, DiGrassi e Vandoorne precedono Mortara decimo. Al -19 ecco il patatrack: DeVries attaccato da DaCosta va a sbattere su Frijns ed esce, con Frijns che scala indietro. Il pacchetto dei secondi sale a ridosso del podio, Vandoorne è settimo, Evans se ne va sempre più in testa. Abt… abbandona.

DaCosta spinge Bird all’errore

A -10 abbiamo Evans, Bird (fast), Buemi, Vergne e DaCosta (con più energia), Vandoorne settimo, Sims ottavo che spinge. Botto Nio con il povero Ma sempre più indietro.

A -3:50 DaCosta incalza Bird che cede e va a sbattere, salutando podio e leadership mondiale. Niente safety car negli ultimi minuti. All’ultimo giro Vandoorne sbatte e saluta anche la testa del mondiale. Nelle prime posizioni troviamo Evans in grande vantaggio con dietro DaCosta, Buemi, Vergne e Sims (fast). Questa sarà anche la classifica finale: Evans vince su Jaguar e va in testa al mondiale insieme!

Appuntamento alla gara che si terrà in Marocco il 29 febbraio.

Mexico City: Classifica finale

Evans prende 26 punti in quanto ha un punto aggiuntivo per il giro più veloce nelle qualifiche. Sims ha un punto in più per il giro più veloce in gara. Si devono ricordare i tre punti andati a Lotterer per la pole position.

Classifica Piloti: Evans su Sims

Classifica squadre: Andretti su Jaguar

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here