FormulaE, in Argentina vince Da Costa in un finale a sorpresa

0
1640

A Buenos Aires gara ricca come al solito di colpi di scena, con il fiato sospeso fino all’ultimo giro: sul podio anche i figli d’arte Prost e Piquet

Quarta gara con quattro vincitori di quattro team diversi. Solo questo basterebbe a far capire come il campionato di FormulaE, arrivato all’appuntamento argentino, non stia deludendo le aspettative.

A Buenos Aires ha trionfato Alex Felix Da Costa, il pilota portoghese al volante della Amlin Aguri, ma la competizione è stata aperta fino all’ultimo, con sospensioni, muri, sorpassi e penalità veri protagonisti nel rimescolare le posizioni della classifica.

Sul podio sono saliti anche due cognomi illustri dell’automobilismo, Prost secondo e Piquet terzo, mentre per gli italiani Trulli e Cerruti è stato un sabato da dimenticare.

La sintesi della eprix di Buenos Aires

Gara avvincente già dai primi giri, scatta bene in testa Sebastien Buemi, autore della pole, subito seguito da Heidfeld che con un sorpasso si porta davanti ad Alguersuari.

Ottima la rimonta di Di Grassi, leader del mondiale, che arriva fino in seconda posizione, ma è dal sedicesimo giro, con l’incidente della Mahindra di Chandhok e l’entrata in pista della safety car e il successivo cambio auto dei piloti, che la gara assume altri connotati.

Da sottolineare come la safety car resti in pista per troppi giri, ben 6, e questo è un punto che gli organizzatori dovranno migliorare perché influisce sullo spettacolo.

Al rientro ai box della safety car succede un po’ di tutto: Buemi rompe la sospensione va a muro e saluta la prima posizione, il nuovo leader Di Grassi qualche giro dopo è costretto al ritiro per una nuova rottura della una sospensione su un cordolo.


Passa così al comando Heidfeld seguito da un gruppo di piloti in completa bagarre alle sue spalle. Ma entrano in gioco le penalità ed ecco che il nuovo leader deve fare un drive trough nei box e lasciare la vittoria a Da Costa, che porta perla prima volta sul gradino più alto del podio il team Amlin Aguri.

In tutto questo non abbiamo citato i piloti italiani della TrulliGP: purtroppo sono rimasti nelle retrovie, già dalle qualifiche, per errori e problemi alla monoposto: Jarno Trulli ha chiuso al 16esimo posto, Michela Cerruti al diciottesimo, scalando di un posto poiché nel dopo gara c’è anche stata la squalifica di Duran su Amlin per aver superato la potenza massima consentita.

La classifica eprix di Buenos Aires
1. Antonio Felix da Costa, Amlin Aguri, 48:52.100
2. Nicolas Prost, e.dams-Renault, +5.354s
3. Nelson Piquet Jr, China Racing, +8.552s
4. Jaime Alguersuari, Virgin Racing, +11.148s
5. Bruno Senna, Mahindra Racing, +11.535s
6. Jean-Eric Vergne, Andretti, +11.535s
7. Sam Bird, Virgin Racing, +13.617s
8. Nick Heidfeld, Venturi, +15.464s
9. Oriol Servia, Dragon Racing, +19.334s
10. Stephane Sarrazin, Venturi, +28.973s
11. Ho-Pin Tung, China Racing, +37.858s
12. Marco Andretti, Andretti,+1 giro
13. Daniel Abt, Audi Sport ABT, +2 giri
14. Jerome d’Ambrosio, Dragon Racing, +2 giri
15. Jarno Trulli, Trulli
16. Lucas di Grassi, Audi Sport ABT
17. Sebastien Buemi, e.dams-Renault
18. Michela Cerruti, Trulli
19. Karun Chandhok, Mahindra Racing

Salvador Duran, Amlin Aguri squalificato

Campionato piloti
1. Lucas di Grassi (Audi Sport ABT), 58 punti
2. Sam Bird (Virgin Racing), 48
3. Sébastien Buemi (e.dams-Renault), 43
4. Nicolas Prost (e.dams-Renault), 42
5. Nelson Piquet Jr (China Racing), 37
6. Antonio Felix da Costa (Amlin Aguri), 29
7. Jaime Alguersuari (Virgin Racing), 26
8. Jérôme d’Ambrosio (Dragon Racing), 22
9. Franck Montagny (Andretti), 18
10. Karun Chandhok (Mahindra Racing), 18

Classifica Team
1. e.dams-Renault, 85 punti
2. Virgin Racing, 74
3. Audi Sport ABT, 62
4. Andretti, 41
5. China Racing, 37
6. Dragon Racing, 37
7. Mahindra Racing, 36
8. Amlin Aguri, 35
9. Trulli, 12
10. Venturi, 5

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here