FormulaE Valencia, sotto la pioggia una gara-1 dal finale thrilling vinta da De Vries

Un finale clamoroso giocato sulla gestione dell'energia, ancora vittoria della Mercedes, che si avvantaggia di un errore sull'autonomia della batteria del team Ds Techeetah di Da Costa che ha dominato la gara

0

La terza tappa della FormulaE si è svolta sul circuito, non cittadino, di Valencia, con scelte di percorso estreme che hanno avuto rilevanza nello sviluppo della gara. Le monoposto di FormulaE hanno dato vita a una gara sotto una leggera pioggia che ne ha caratterizzato le diverse fasi, con un giro finale aggiuntivo che ha rivoluzionato la classifica per una gestione dell’energia non ottimale da parte di molti team.

La vittoria è andata a De Vries su Mercedes dopo una gara dominata fino all’ultimo giro da Da Costa su Ds Techeetah, che ha dovuto rallentare per un errore nella gestione della batteria. Mercedes si conferma il team da battere non solo in Formula 1 ma anche in Formula E.

FormulaE Valencia, la partenza

La griglia di partenza ha visto António Félix Da Costa, su Ds Techeetah, scattare dalla prima posizione davanti a Maximilian Günther su Bmw. Il conquistatore della pole era però stato Staffel Vandoorne: squalificato per un errore burocratico dello staff Mercedes, è stato relegato in ultima posizione. La partenza è stata data dietro la safety car per le condizioni meteo. E le molte uscite della safety car, con la conseguente riduzione di energia disponibile per tutte le auto, ha avuto impatto sul gran finale.

La prima fase di gara

António Félix da Costa parte subito bene e prende il largo. Lotterer, in battaglia con Nato, tocca Buemi che si ferma nella sabbia. La rimozione richiede parecchio tempo dietro alla safety car, tenendo il gruppo compatto fino a 25 minuti dalla fine.

Da Costa riparte davanti e si avvantaggia di qualche secondo grazie a Günther che fa tappo sugli inseguitori. Il pilota del team Bmw viene successivamente superato da De Vries e da Lynn, che si lanciano all’inseguimento del leader della gara, mentre proprio Günther va contro le barriere e conclude la sua gara, con un altro ingresso della safety car.

Alla nuova ripartenza Da Costa viene subito tallonato da De Vries, al quale però dai box viene consigliato di non attaccare il pilota di Ds Techeetah per risparmiare energia. Dietro di loro le due Mahindra di Lynn e Sims. Intanto Da Costa vince il fanboost.

Nuova safety car a 15 minuti dalla fine per l’uscita di Sette Camara del team di Dragon Penske. Nel frattempo si ferma e si ritira ai box anche Evans su Jaguar.

FormulaE Valencia, seconda parte

A 10 minuti dalla fine la safety car torna nei box e Da Costa continua a capeggiare davanti seguito da De Vries a circa 1 secondo e mezzo. Bello intanto il duello per la sesta posizione tra Nato e Wehrelein, così intenso che entrambi sbagliano la manovra e perdono tre posizioni. Non contento, il pilota della Porsche che qualche giro dopo che si va a insabbiare e viene richiamata per l’ennesima volta la safety car. Intanto si rivede il leader del campionato, Sam Bird, artefice di una bella rimonta che lo porta in ottava posizione. Anche Edo Mortara si ferma ai box e si ritira.

A meno di un minuto dalla fine la safety finalmente sparisce in via definitiva. Da Costa, sempre davanti a tutti, si invola per quello che crede essere l’ultimo giro, con batteria quasi esaurita, lui come quasi tutti gli altri. Ed ecco il fattaccio: il leader passa sul traguardo a 3 secondi dalla fine, abilitando un ulteriore giro. Il pilota del team Ds Techeetah non ha più energia per fare l’ultimo giro e sul traguardo deve rallentare per poter chiudere il giro sorpassato da De Vries che chiude primo! Subito dietro trotterellano Rowland e Sims, che verranno però squalificati probabilmente per uso di energia: la classifica finale viene ancora rivoluzionata, ponendo sul podio anche Müller e Vandoorne, quest’ultimo -lo ricordiamo- partito dall’ultima posizione in griglia.

Classifiche

Classifica piloti rivoluzionata, con De Vries (57) e Vandoorne (48) a scavalcare Bird (45) ma con Frijns (43) dietro d’un soffio.

Tra le scuderie fa effetto vedere la Techeetah quarta (55) dietro all’attuale strapotere di Mercedes (105) e con Jaguar seconda (84) ed Envision terza (58).

Appuntamento a domani per Valencia, gara 2.


Questa mailing list usa Mailchimp. Iscrivendoti ad una o più liste, contestualmente dichiari di aderire ai suoi principi di privacy e ai termini d'uso.

In ottemperanza al Gdpr, Regolamento UE 2016/675 sui dati personali, ti garantiamo che i tuoi dati saranno usati esclusivamente per l’invio di newsletter e inviti alle nostre attività e non verranno condivisi con terze parti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here