Germania la meno pronta per le auto elettriche in Europa. Italia penultima

0
Italia penultima anche nella prontezza all’EV nell’indagine di Zutobi. Tanti dati da valutare: a batterci c’è la Germania!
EV Readiness a confronto nei cinque Stati europei più omogenei per superficie e popolazione. Immagine originale di Zutobi, da noi editata ed integrata con le scritte in giallo.

Con un certo stupore abbiamo letto sui media la notizia secondo cui lo stato europeo meno pronto all’avvento delle auto elettriche sarebbe la Germania. Risultato sorprendente, certamente, anche perché scalzerebbe dalla prima posizione la povera Italia, comunque seconda, o penultima a seconda di come si legge la tabella. L’indagine sull’EV Ready Index è stata presentata da Zutobi nell’ottobre 2021: in fondo all’articolo ne riportiamo la completa tabella relativa ai paesi del mondo.

I dati sono il petrolio della nostra era ed averne sia grezzi (purché di elevata qualità), sia aggregati, è una delle strade imprescindibili per gestire il territorio e la qualità della vita. Una recente analisi McKinsey assegna già nel 2030 fino a 800 dollari/anno di vantaggi per i soli dati dell’auto: 600 generati, 200 risparmiati.

Zutobi presenta l’indice di EV-readiness

Parlando della EV-readiness secondo Zutobi vediamo che c’è tanto lavoro e i numeri sono tanti, per cui è molto interessante presentarli. Ad occhio i risultati non sono quelli che ci saremmo aspettati, né comprendiamo bene i metodi di sintesi: proviamo ad interpretarli e a dare un contributo di chiarezza.

Ma chiediamoci: cos’è l’Europa? E cosa conta realmente? Oggi si tende ad aumentare enormemente la lista degli Stati, dando la stessa rilevanza per esempio, alla piccola isola di Malta, alla ricca e poco popolata Norvegia, e alla densa ed industriale Germania. Noi preferiamo partire da una nostra sintesi dei dati, ottenuta prendendo solo gli Stati con caratteristiche adeguate a fare confronti: superficie, popolazione e aspirazioni normative similari. Con rispetto per tutti gli altri, la nostra valutazione parte da Germania, Francia, Spagna, Italia e Polonia, per poi includere le ragioni di tutti. 

C’è poi differenza tra Europa geografica ed Unione europea. Con nostro grande dispiacere il Regno Unito ha deciso di non far parte dell’Unione: questa grandissima Nazione, forse la Nazione per eccellenza, è stata quindi esclusa dalle nostre sub-analisi dei dati raccolti da Zutobi. Abbiamo escluso anche l’Olanda, ricchissima e molto ben strutturata ma troppo piccola (e troppo furba) per far media con Paesi molto più ampi, vari e popolosi.

Stati Disuniti d’Europa

Facciamo ora riferimento all’immagine di apertura. Da sinistra a destra, le colonne indicano l’incentivo per l’acquisto di auto elettriche, in Italia un dato particolarmente volatile, il numero di EV venduti, la crescita del venduto negli ultimi tre anni, il costo di una ricarica da 50 kWh, le ricerche su Internet (per 100 mila abitanti), la quota di parco elettrico e il numero di colonnine pubbliche per km di rete stradale. In giallo su sfondo mattone trovate le medie modificate.

Balza subito all’occhio la forte disomogeneità dei valori. Inoltre l’indice sembra pesantemente condizionato dal costo della ricarica.

È più rilevante il web o la popolazione?

L’indice di ricerca in rete, peraltro unico valore normalizzato, ci sembra del tutto ininfluente per capire se un’infrastruttura è adeguata. Più rilevante per una prima valutazione ci sembra essere l’altitudine media del Paese, magari insieme a superficie e popolazione. Forse avrebbe senso lo stipendio medio: Polonia 900 euro, Germania 2.900 secondo Truenumbers.

Proponiamo quindi una tabella con questi dati integrati.

AbitantiSuperficieAltitudineParco EVParco EVCrescita50kWhIncentiviColonnine
milionikm2media, mnumero%% 3 annieuroper km
Francia65551.000375277.0010.8420910,707.0003,94
Polonia38313.0001736.5560.036329,608.1900,66
Spagna47506.00066045.0570.1934411,505.0000,53
Italia60301.00053855.3070.1464113,056.0001,93
Germania84357.000263308.1390.6547218,209.0003,43
Media ristretta59406.000402138.4120.3746012,617.0382,10
Media allargatamondo: 84053.5130.8841010,41.8684,14

Le fonti di calcolo di alcuni parametri possono portare a valutazioni diverse. Per fare un esempio, quali strade sono state computate nel calcolare il numero di colonnine pubbliche per km di rete stradale? E perché solo pubbliche? E che differenze facciamo tra i diversi tipi di ricarica, anche considerando il tasso di occupazione?

L’EV-ropa di Zutobi

L’analisi Zutobi è particolarmente importante perché è estesa anche a Stati Uniti ed Australia. Le fonti dei dati sono chiaramente indicate. Ecco la tabella completa dell’EV-Ready Index. Sesta l’europeissima (ehm) Turchia con 0,51 colonnine/km, quinta Malta con (ehm) ZERO colonnine/km. Ovviamente il trionfo della verde Norvegia era l’unico risultato che ci saremmo aspettati.

La tabella con i 32 Stati "europei" di Zutobi. Sesta la Turchia (ehm) con 0,51 colonnine/km, quinta Malta (ehm) con ZERO colonnine/km.
L’EV Ready Index di Zutobi per l’Europa.

Questa mailing list usa Mailchimp. Iscrivendoti ad una o più liste, contestualmente dichiari di aderire ai suoi principi di privacy e ai termini d'uso.

In ottemperanza al Gdpr, Regolamento UE 2016/675 sui dati personali, ti garantiamo che i tuoi dati saranno usati esclusivamente per l’invio di newsletter e inviti alle nostre attività e non verranno condivisi con terze parti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here