Honda cambia rotta, lascia l’ibrido e punta sulle fuel-cell

0
3203

Escono di produzione la Honda Insight ibrida e la Fit EV elettrica, mega richiamo per i nuovi powertrain ibridi Honda: la casa giapponese crede sempre meno in questa tecnologia e potrebbe puntare decisa sull’idrogeno

Prima l’uscita di produzione della Honda Insight, una tra le prime vetture ibride al mondo e finora considerata tra le poche rivali serie della Toyota Prius.

Poi l’annuncio del mega richiamo delle nuove ibride Honda, che ha coinvolto più di 80.000 Honda Fit e Honda Vezel ibride in tutto il mondo, nonostante il nuovo powertrain con motore a benzina a ciclo Atkinson da 1,5 litri e cambio a doppia frizione a sette rapporti.

Adesso la notizia che anche la Honda Fit EV, la compatta full-electric in vendita anche negli Stati Uniti, cesserà la produzione tra qualche mese, e sarà disponibile solo fino alla fine del 2014.

Cosa succede dunque alla Honda? Andiamo con ordine.

La Honda Insight, la prima ibrida giunta sul mercato negli Stati Uniti, sei mesi prima della Toyota Prius, ha cominciato la sua carriera nel 1999, con la prima generazione mossa da un tre cilindri a benzina in alluminio da 1 litro e 50 kW accoppiato a un motore elettrico da 10 kW. E’ rimasta sul mercato fino al 2006, ma in Italia non è mai stata importata.

Con l’attuale generazione, arrivata sul mercato nel 2009, cambiano piattaforma e meccanica. La prima, più ampia, permette di ottenere una vettura a cinque porte e cinque posti adatta a un uso familiare, mentre a livello meccanico debutta un motore da 1,3 litri accoppiato ancora a un motore eletrico da 10 kW e a un cambio CVT a variazione continua.

Nonostante le migliorie anche tecniche, aumentano consumi ed emissioni. Forse per questo motivo la Honda Insight non ha quasi mai rivaleggiato con la Toyota Prius, finora venduta in oltre un milione di esemplari in tutto il mondo contro i circa 300.000 della Honda Insight.

E se cala il sipario su questa, è probabile la stessa fine per la coupé CR-Z, già tolta dal listino in Italia e in altri paesi e sul cui futuro produttivo non ci sono ancora certezze.

Se può consolare, anche la Honda Fit EV ha subito la medesima sorte, con ancora meno anni di anzianità sulle spalle. Dalla seconda metà di quest’anno, la compatta full-electric Honda rivale della Fiat 500e sui mercati nordamericani uscirà di produzione, e le previsioni di vendita parlano di scorte disponibili fino alla fine dell’anno o al massimo ai primi mesi del 2015.

D’altra parte, lo scopo della Honda Fit elettrica in California era di rendere compatibili le emissioni di CO2 dell’intera gamma Honda 2014 con i limiti dello stato americano. Una volta raggiunto l’obiettivo, lo scopo della Honda Fit è cessato e la vettura semplicemente eliminata dalla gamma.

L’idrogeno nei piani di Honda

Guardando al futuro in casa Honda, non si può non notare come, con il prototipo a fuell-cell presentato all’ultimo Salone di Los Angeles, la casa giapponese abbia presentato una vettura con un’autonomia di circa 500 chilometri e prestazioni del tutto adeguate alle esigenze quotidiane.

Che sarà in vendita in Nordamerica a partire dal 2015, un bel salto in avanti rispetto alla meno attraente e tecnologica Honda FCX Clarity, anch’essa a fuel-cell, già in vendita in Nordamerica dal 2002.
 

————————–

Segui GreenStart anche su TwitterFacebook e Google+

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here