Il concept di Rinspeed su base Tesla per l’auto a guida automatica

1
4716

Come potrebbero essere gli interni di un’auto che guida da sola? A Ginevra Rinspeed presenta un prototipo utilizzando una Model S

Il tema delle auto con guida autonoma è interessante ed è realistico che diventi nei prossimi anni di attualità. Con il moltiplicarsi di iniziative e prototipi per la realizzazione di auto a guida automatica (come quella di Nissan, tanto per citarne una, di cui abbiamo parlato recentemente) presto ci si dovrà porre la questione di come debbano essere equipaggiate ed arredate queste vetture visto che durante la marcia il guidatore farà a meno di tenere in mano il volante e avrà soprattutto il problema di …passare il tempo.

Il costruttore-carrozziere svizzero Rinspeed, noto per le numerose concept car presentate nel corso della sua lunga attività, ha quindi pensato di preparare una Tesla Model S con interni modificati pensando alle future esigenze di un ex guidatore diventato ormai anche lui passeggero, tanto da potersi apertamente disinteressare della strada.

Durante la marcia ci si dedicherà al relax, all’intrattenimento o al lavoro. I sedili (beninteso, anche quello anteriore sinistro..) saranno reclinabili, girevoli e traslabili e avranno un appoggiapiedi estraibile per chi volesse sdraiarsi e schiacciare un pisolino.

Lo sterzo rimarrà, ma (anche grazie all’introduzione del sistema steer by wire) non sarà più meccanicamente ancorato in una posizione fissa bensì diventerà una specie di appliance scorrevole orizzontalmente, da usare solo in rari casi e in grado di riconoscere il guidatore mediante sensori touch. nel resto del viaggio l’antiquato volante se ne starà a centro plancia in modo tale da lasciare completamente liberi e simmetrici i due posti anteriori.

Scontato rilevare l’abbondanza di schermi, ben 4, fra cui uno da 32 pollici con risoluzione 4K montato al posto del lunotto, da osservare girando i sedili contro marcia, che di fatto trasforma l’auto in un cinema su ruote.

Il tetto in plexiglass integra oltre 300 LED di vari colori con la possibilità quindi di scegliere la tinta preferita per il padiglione (magari per meglio conciliare un pisolino).

Il resto dell’equipaggiamento non fa altrettanto notizia, pur essendo di prim’ordine: connettività LTE, servizi cloud, cerchi da 20 pollici, verniciatura con colori speciali e qualche ritocco di carrozzeria.

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here