In forte crescita la domanda di Litio per batterie auto

0
2676

Prevedibile a breve il sorpasso dell’auto sugli smartphone nel consumo del prezioso elemento chimico

Anche se alcuni dei più diffusi modelli di ibride utilizzano ancora batterie in nikel metallo idruro (NiMH), sta di fatto che molti veicoli ibridi ed elettrici utilizzano già batterie al Litio, la tendenza è decisamente quella di una generalizzazione di questa scelta e la stessa ricerca scientifica è fortemente orientata a ottimizzare in diversi modi le prestazioni delle celle Litio-ioni e Litio-polimeri.

Non stupisce quindi osservare che il consumo di Litio per la produzione di batterie è in aumento rispetto agli altri possibili impieghi (dall’8% del 2002 si è passati al 15% del 2007 e al 27% del 2012). In generale, l’utilizzo per la fabbricazione di batterie è responsabile del 44% dell’aumento dei consumi di Litio nell’arco degli ultimi 10 anni e addirittura del 70% sugli ultimi cinque, con la proiezione di arrivare almeno al 75% da qui al 2017, quando la domanda aggregata dovrebbe raggiungere le 238mila tonnellate equivalenti di minerale di litio (carbonato di litio).

Altre applicazioni avanzate del litio, come la produzione di ceramiche e vetri speciali, lubrificanti e polimeri, pur essendo anch’esse in crescita, dovrebbero avere trend assai più moderati rispetto alla dinamica del Litio per batterie ricaricabili.

La produzione di batterie al Litio è concentrata in Cina, Giappone e Corea del Sud: l’area dell’Asia orientale nel 2012 ha assorbito il 60% della produzione mondiale di Litio. Il 24% è andato in Europa e solo il 9% negli USA.

L’estrazione mineraria è invece concentrata in Australia, Cile, Argentina e Cina. Sono imminenti aperture di nuovi grandi impianti di raffinazione in Cina, Cile e Canada e questo dovrebbe raffreddare la dinamica dei prezzi, arrivati a circa 5300 $ per tonnellata nel 2012 (quasi replicando il record di 6500 $/t del 2007).

Specialmente considerando che le batterie per autotrazione hanno dimensioni ben superiori a quelle delle batterie per cellulari e dispositivi di elettronica di consumo, appare del tutto ovvia la previsione degli analisti che la crescita e che la quota per applicazioni microelettroniche sia in calo e quella per autotrazione in rapida ascesa, con il sorpasso possibile intorno al 2017.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here