La 500 elettrica ha un’autonomia da record

0
12227

Nel ciclo misto, 140 km di autonomia e un consumo energetico equivalente a oltre 49 km per litro di benzina. In un anno per fare 24.000 km bastano appena.. 500… dollari

Con l’avvicinarsi della data di commercializzazione effettiva in California (secondo trimestre 2013) inizia ad emergere una maggior quantità di dati tecnici ufficiali sulla Fiat 500e.

Riguardo all’autonomia, rispetto alle concorrenti elettriche del proprio segmento con cui la 500e dovrà vedersela sul combattuto ed esigente mercato americano, la nuova Fiat sembra partire in buona posizione.

Confronto autonomia Fiat 500e principali auto elettriche
Modello Autonomia (km)
Fiat 500e 140
Honda Fit EV 131
Ford Focus Energy 122
Nissan Leaf 117 
Smart ForTwo electric 109
Mitshubishi IMiev 100

La Nissan Leaf dichiara infatti una autonomia equivalente a circa 117 km, contro i circa 109 della Smart Fortwo elettrica, i 131 della Honda Fit EV, i 122 della Focus elettrica e i 100 della Mitsubishi i. Con i suoi 140 km (87 miglia) la 500e appare quindi come il modello elettrico con l’autonomia maggiore fra i concorrenti sul suo mercato.

Il consumo energetico dichiarato è ufficialmente di 29 kWh per 100 miglia, pari a circa 18 kWh per 100 km. Considerando un contenuto energetico medio della benzina pari a circa 9 kWh/l, un simile consumo equivale a poco più di 2 litri per 100 km, o poco più di 49 km/l.

Il motore da 111 CV (81 kW) è alimentato da una batteria al Litio da 24 kWh. Questa capacità appare quindi coerente con i dati di autonomia (140 km) e consumo (18 kWh/100 km) dichiarati. 

Secondo una stima dell’ente americano per la protezione dell’ambiente (EPA), che segue i dati di consumo e autonomia dichiarati per le auto “green”, il costo dell’energia necessaria per alimentare la 500e per un anno, per un utilizzo medio (15.000 miglia pari a circa 24mila km), si aggirerebbe intorno ai 500 dollari: una bizzarra coincidenza che verrà sicuramente sfruttata dal marketing per il lancio commerciale.

Il confronto tra 500e e 500 con motore termico TwinAir

Ma come fa la 500e a consumare l’equivalente di solo 2 litri di benzina/100 km nel ciclo misto se il modello a motore termico in vendita in Italia (considerando la 0.9 TwinAir) ne richiede circa il doppio?

1) Qualsiasi motore termico, anche se dotato di turbocompressore che migliora il rendimento termodinamico e di un sistema di controllo valvole come il TwinAir che incrementa l’efficienza volumetrica, spreca la maggior parte dell’energia contenuta nel carburante. Un rendimento energetico del 30% è già un ottimo risultato.

2) La 500e può anche contare su una serie di apposite modifiche alla carrozzeria che riducono secondo Fiat la resistenza aerodinamica del 13%, contribuendo al buon risultato complessivo. (Se è vero, non vediamo perchè tali accorgimenti non dovrebbero essere presto applicati anche alle versioni a motore termico in vendita in Europa).

Per contro, va considerato che la metodologia di calcolo dei consumi da utilizzare per il mercato americano è differente da quella europea e anche molto più accurata dato che dal 2008 prevede anche test di consumo in forte accelerazione, test di assorbimento energetico causato dal condizionatore in riscaldamento e in raffreddamento e test a velocità costante in autostrada (ovviamente ai bassi limiti di velocità americani). Per uno stesso modello di auto, i valori dichiarati in base alle norme UE risultano spesso sensibilmente più bassi di quelli ottenuti in base alla procedura americana.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here