La Regione Piemonte cancella l’esenzione permanente del bollo per le auto elettriche

8
14495
Bollo auto regione piemonte

UPDATE 17/12: Passo indietro rispetto alle intenzioni espresse dalla giunta a fine ottobre e riportate nel pezzo sotto, visto che l’esenzione del bollo rimarrà a vita per le auto elettriche, ibride e quelle alimentate esclusivamente a metano e Gpl. Le auto bifuel invece godranno dell’esenzione nei primi 5 anni di vita e poi pagheranno un sesto della tariffa intera.

Qui trovate più nel dettaglio le nuove misure

Nella Regione Piemonte non ci sarà più l’esenzione permanente per il bollo auto per i veicoli elettrici, ibridi a metano o Gpl. Questo è stato stabilito dalla Giunta Chiamparino che ha abbassato l’esenzione a 5 anni, oltretutto retroattiva: chi ha già un veicolo deve scalare gli anni già in cui ha già usufruito dell’agevolazione.
A parte il balzello giusto o meno, è in effetti difficile per la terra del costruttore nazionale, decisamente focalizzato su Gpl e metano, decidere di lasciare l’esenzione permanente solo sull’elettrico come dovrebbe essere.

Qui trovate la pagina delle esenzioni della Regione Piemonte al momento non ancora aggiornata

8 COMMENTI

  1. Come sempre…..In questo paese semplicemente VERGOGNOSO !!!
    Fanno 1 legge; di conseguenza le persone si comportano e modificano le loro abitudini.
    Quando tanti usufruiscono del beneficio …… loro ….. cambiano le regole.
    SEMPLICEMENTE SIETE VOMITEVOLI

  2. Veramente scandaloso non possiamo farci trattare così una mattina si svegliano e decidono loro come mettercela a noi sempre in quel posto tanto siamo caproni e continuano a votare le stesse persone

  3. Da quando parte l’esenzione?
    Mica è chiaro perchè fanno riferimento al DPR 39 del 1953 dove si cita “dalla data di collaudo”.
    Che cavolo significa?
    Sono anni che si immatricolano mezzi omologati a livello europeo senza fare più collaudi.
    E allora?

  4. I politici sono sempre molto coerenti … da una parte fanno bella figura con tutti i discorsi sul rispetto dell’ambiente, sensibilizzare i cittadini ad essere più ecosostenibili e fanno tante belle parole sul fatto di cambiare tendenza ,consumi inquinamento ecc. dall’altra parte invece di incentivare tutto ciò è palese che si comportano esattamente al contrario . In questo modo, tanti cittadini sensibili che hanno fatto scelte mirate,si ritrovano a dover pagare sempre . Sottolineo anche che il rispetto per l’ambiente è un problema mondiale e gli incentivi a proposito dovrebbero essere governativi non regionali.

  5. Come sempre derisi e mazziati noi utenti, perché le leggi oltre che a complicarci la vita (descrizioni poco chiare e molto interpretative) non cercano di semplificare, ad esempio mandandoti a casa la richiesta dell’importo dovuto in base ai calcoli delle nuove leggi, ma bensì sperano tanto che tu commetta qualche errore o ritardo, così nelle loro casse entrano più soldi e il gioco è fatto!!! Complimenti a quei geni che credono di esserlo, ma non lo sono. E sono così amareggiata di dover dipendere da questi.

  6. Chiedo a chi si intende di materia Giuridica:

    E’ Costituzionale che, la modifica di una Legge, abbia effetto retroattivo? Quando acquistai il mio veicolo bifuel, nel 1999, era in vigore la Legge che prevedeva esenzione perenne…… Un conto se lo avessi acquistato a partire dal 2016…. francamente non capisco.

    Grazie a chi voglia sviscerare l’argomento.

  7. Parlamentari ladri! Casta privilegiata! Le leggi retroattive sono considerate incivili dai tempi degli antichi romani! Andate a rivedere i vostri “diritti acquisiti” delle pansioni d’oro e dei vitalizi dei parlamentari!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here