Lo show della mobilità green a Venezia

0
1403

Il 28 e il 29 marzo si terrà la prima edizione dell’evento Green Mobility Show nel terminal crociere della città lagunare

VTP Events, società di proprietà di Venezia Terminal Crociere, organizza il 28 e 29 marzo prossimi la prima edizione di Green Mobility Show.
 
La rassegna ha un obiettivo ambizioso: creare un punto di riferimento unico per tutti coloro che, anche per motivi e con scopi diversi si occupano di eco-mobilità, e riunire istituzioni, amministrazioni pubbliche, ricercatori scientifici e rappresentanti del comparto industriale nel medesimo contesto, per favorire lo sviluppo di un obiettivo comune.
 
L’appuntamento è presso il Terminal Crociere, l’ingresso è gratuito e le due giornate avranno come scopo principale quello di tracciare uno stato dell’arte di soluzioni e tecnologie relative a energia e mobilità.
 
Si parlerà di città del futuro, di car pooling e car sharing, di traffico ed inquinamento, e si vedranno e si proveranno veicoli elettrici, cicli, motocicli e addirittura natanti “green”.
 
La location è ideale allo scopo: 3 km di viabilità interna e uno spazio acqueo di 120.000 mq, oltre al fatto che la manifestazione ha conseguito la certificazione Iso 20121, ovvero il nuovo standard internazionale per la gestione degli eventi sostenibili.
 
Verranno inoltre presentate al pubblico alcune interessanti novità, come il progetto europeo Greenberth, di cui è partner l’Autorità portuale di Venezia, o il primo Shuttle elettrico costruito in Italia, una locomotiva che può trasportare 16 persone alla quale si possono agganciare carrozze da 28 posti, o ancora il primo pedalò elettro-assistito.
 
Roberto Perrocchio, presidente di Vtp Events definisce Green Mobility Show un tavolo di confronto sul tema della mobilità, sul quale è possibile valutare opportunità di risparmi energetici sinergici a risparmi economici.
 
Gabriella Chiellino, presidente di E3City, del gruppo Eambiente, candida Venezia al ruolo di hub per lo sviluppo di nuove tecnologie legate alla mobilità, e sottolinea che, proprio per le sue caratteristiche, la laguna è la location ideale per questa importante iniziativa.
 
Giampietro Ravagnan, professore ordinario al dipartimento di scienze molecolari e nanosistemi dell’Università Cà Foscari di Venezia precisa invece che le tecnologie ormai ci sono, ma è fondamentale creare, attraverso una precisa volontà politica, un disegno organico che permetta di creare le infrastrutture necessarie all’utilizzo delle stesse, e coinvolgere nel progetto una imprenditorialità nuova, giovane e dinamica.
 
In ogni caso, le premesse perché la prima edizione di Green Mobility Show riesca ad ottenere la visibilità sperata ci sono, ed è certamente auspicabile che l’iniziativa ottenga l’interesse e la partecipazione del pubblico e degli addetti ai lavori.

Per maggiori informazioni visitare il sito di Green Mobility Show.
 

Questa mailing list usa Mailchimp. Iscrivendoti ad una o più liste, contestualmente dichiari di aderire ai suoi principi di privacy e ai termini d'uso.

In ottemperanza al GDPR, Regolamento UE 2016/675 sui dati personali, ti garantiamo che i tuoi dati saranno usati esclusivamente per l’invio di newsletter e inviti alle nostre attività e non verranno condivisi con terze parti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here