Mantenere l’auto elettrica costa meno di una a benzina o diesel

0
2749

Uno studio USA mette a confronto il costo di possesso fra varie tipologie di vetture. Vince l’auto a batteria. Là dove la benzina costa meno di un euro

Nel lungo periodo l’auto elettrica batte la vettura con motore termico dal punto di vista dei costi. Lo sostiene uno studio dell’Electric Power Research Institute secondo il quale il Tco (Total cost of ownership, il costo totale di possesso) di un’auto a batterie nell’arco di cinque anni è inferiore a quello di un auto classica a benzina o ibrida.

Oltre al prezzo di acquisto, su un’auto gravano infatti altri costi come carburante e manutenzione. L’Istituto americano li ha presi in considerazione per tracciare un parallelo tra una Chevrolet Volt, un’auto Erev, con motore elettrico affiancato da quello a benzina con funzioni di range extender, un modello tradizionale e uno ibrido.

Secondo i calcoli la vettura elettrica, che costa di più rispetto agli altri modelli al momento dell’acquisto, vanta però un Total cost of ownership di  44.176 dollari nei cinque anni presi in considerazione, un filo più basso rispetto al veicolo a benzina che arriva a 44.949 dollari e a quello di una ibrida che si ferma a 44.325 dollari.

In pratica i maggiori costi iniziali dovuti al prezzo d’acquisto nettamente più alto dell’auto elettrica sono poi compensati dal costo di esercizio. Questo succede negli Stati Uniti dove il prezzo medio considerato dall’indagine è inferiore all’euro al litro.

Altro paragone effettuato dallo studio è quello fra una Nissan Leaf e altre auto che offre risultati ancora più interessanti. Secondo i calcoli effettuati, l’auto giapponese  in cinque anni permette di risparmiare fino a settemila dollari rispetto a un’ibrida.

Un risultato importante anche perché lo studio tiene conto anche del costo di una vettura a noleggio in caso la distanza fosse superiore all’autonomia.

Se poi togliamo i costi del noleggio la differenza aumenta di altri quattromila dollari.

Si tratta di cifre interessanti, simili a quanto dichiarato da Nissan in fase di presentazione della Leaf seconda serie.

La casa giapponese ha provato a calcolare i costi annuali complessivi di una Nissan Leaf, considerando elettricità, tassa di possesso e di manutenzione. Il totale è molto inferiore rispetto a una vettura da 1,6 litri a benzina o a gasolio. Per una percorrenza di 15.000 km/anno, i costi sono infatti risultati come segue:

costi Nissan Leaf Vettura 1,6 diesel Vettura 1,6 benzina
Manutenzione 96 284 195
Carburante/energia* 449 1.347 1.694
tassa di possesso 0 209 222
       
TOTALE 545 1.837 2.111

*Il costo prende in considerazione un’ipotesti di costi per 100 km, 2,99 euro per l’elettricità, 8,89 per il diesel, 11,30 per la benzina.

Tutti gli analisti concordano comunque su alcuni punti:

  • Allo stato attuale, la differenza tra prezzo di acquisto + costi di gestione tra un’elettrica e una vettura convenzionale è spesso a favore dell’elettrica;
  • A livello di motivazione all’acquisto, più che il timore di rincari di prezzo dei carburanti “pesa” maggiormente la possibilità di usufruire di incentivi statali;
  • I costi di gestione dipendono in grandissima parte dallo stile di guida e di utilizzo del veicolo;
  • Le formule di acquisto dei veicoli elettrici, molto più varie rispetto ai tradizionali, potrebbero essere un’ulteriore spinta per il pubblico ad avvicinarsi al mondo delle full-electric.

Fonte report EPRI
 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here