Nissan, completati i test estremi per Ariya

Completati i test di durabilità per la Nissan Ariya. Ora il suv elettrico è pronto ad affrontare qualsiasi condizione

0

Durante un periodo di 3 anni, Nissan ha voluto mettere alla prova Ariya, il primo suv 100% elettrico della gamma delle casa giapponese, con prove “estreme” per testarne la durabilità. Lo scopo dei test era quello di calibrare la nuova Ariya per essere in grado di affrontare qualsiasi condizione, lasciando al guidatore un’esperienza di guida sempre piacevole e sicura. Secondo Nissan, i test sono stati utili per analizzare oltre 5.000 parametri diversi.

Durante i 3 anni di test, Ariya ha percorso 3 volte la circonferenza del pianeta. Grazie a un team composto da più di 500 persone, Nissan ha potuto prepararsi a qualsiasi condizione anche a quelle notturne. Una valutazione dettagliata è stata anche possibile grazie alla ricostruzione di terreni con differenti caratteristiche, ma anche grazie all’esperienza già acquisita negli anni con la Nissan Leaf.

Specifiche tecniche della Nissan Ariya

Ma riassumiamo in breve quali sono le caratteristiche principali del suv giapponese. Ariya può montare fino a due motori elettrici che assieme erogano una potenza massima di 290 kW (388 CV) con una coppia di 600 Nm, erogabile fin da subito, grazie alla coppia istantanea. Il tempo che necessita per percorrere uno 0-100 km/h è di 5,1 secondi, nonostante il notevole peso di oltre 2 tonnellate, 2.164 kg per l’esattezza.

Ariya può montare due configurazioni di batteria differenti: una da 63 kWh e l’altra da 87 kWh. La massima autonomia percorribile è di 500 km (WLTP), per il modello con la batteria da 87 kWh e un solo motore. Il range si abbassa parecchio a 340 km (WLTP) nel modello con le 4 ruote motrici, quindi con 2 motori, e la batteria da 63 kWh. Nel modello con i due motori e la batteria da 63 kWh, il range si abbassa parecchio arrivando a toccare i 340 km (WTLP).

La batteria può essere ricaricata sia in corrente continua (DC) che alternata (AC). Nel caso dell’alternata, Ariya può ricevere fino a 22 kW, ottima caratteristica per sfruttare al meglio la piena potenza delle colonnine pubbliche. In corrente continua invece, la massima potenza è di 130 kW. Con quest’ultimo, in un tempo di circa 30 minuti, è possibile ricaricare la batteria fino all’80% partendo da un valore del 20%.


Questa mailing list usa Mailchimp. Iscrivendoti ad una o più liste, contestualmente dichiari di aderire ai suoi principi di privacy e ai termini d'uso.

In ottemperanza al Gdpr, Regolamento UE 2016/675 sui dati personali, ti garantiamo che i tuoi dati saranno usati esclusivamente per l’invio di newsletter e inviti alle nostre attività e non verranno condivisi con terze parti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here