Nissan ha installato 1000 colonnine di ricarica rapida per auto elettriche in Europa

0
2123

E’ stato installato da pochi giorni nel Regno Unito il millesimo caricatore CHAdeMO in Europa. Grazie a questa tecnologia, la ricarica  fino all’80% di una batteria di un veicolo elettrico avviene in mezz’ora

La colonnina per la ricarica rapida di veicoli elettrici CHAdeMO numero 1000 è stata installata pochi giorni fa nel Regno Unito, nella regione del Surrey, dove è già operativo il 18% dei sistemi CHAdeMO presenti in tutta Europa.

La disponibilità di caricatori rapidi (il CHAdeMO permette la ricarica dell’80% della batteria di un veicolo elettrico in 30 minuti) è infatti condizione essenziale per lo sviluppo della mobilità full-electric. E questo Nissan sembra averlo capito bene, al pari di Tesla che sta sviluppando la rete di Supercharger in Europa.

Recentemente un CHAdeMO è stato installato sull’autostrada E18 in Norvegia, dopodichè il traffico di veicoli full-electric è aumentato di otto volte in 18 mesi. Nel Regno Unito l’installazione dei caricatori avviene in parnership con Ecotricity, e consente un “pieno” di energia elettrica gratuito agli abbonati al servizio.

La rete inglese per la ricarica rapida si sta espandendo velocemente, con quasi 200 installazioni già attive, in base a un progetto di costruzione di “corridoi” elettrici in grado di consentire spostamenti a lungo raggio senza problemi di ricarica.

La rete ChaDeMo. Anche se non è lo standard su cui punta l’Europa, la rete CHAdeMO nel Vecchio Continente inizia a far segnare numeri importanti: è passata dai 16 impianti del 2010 ai 155 del 2011 e ai 540 del 2012. I 1000 della fine del 2013 sono destinati a crescere ancora fino agli ipotizzati 1.800 che saranno attivi entro la fine dell’anno in corso. In italia si conta una sola installazione sull’autostrada Milano Laghi nell’area di servizio Villoresi, e presso i rivenditori Nissan selezionati nel nostro Paese.

Lo standard CHAdeMO è attualmente usato da Nissan, Toyota, Mitsubishi e Subaru, ma altre case europee prevedono altri standard, non sempre compatibili, come per esempio Smart o Renault Zoe che hanno sistemi di ricarica rapida con prese di tipo differente.

E’ augurabile che, come avvenuto, forse un po’ tardi, con i telefonini, anche per le auto elettriche si converga su un unico standard di presa di ricarica per permetterne una più rapida diffusione.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here