Nissan studia con ABB il riutilizzo delle batterie della Leaf

0
944

Come riutilizzare le batterie al termine del loro ciclo di vita? Probabilmente come sistemi domestici di stoccaggio dell'energia, come stanno studiando Nissan e ABB in Nord America.

La durata delle batterie è un problema affrontato spesso non apertamente, anche perchè non ci sono molti dati sui quali discutere.

Le batterie agli ioni di litio della Nissan Leaf, dopo dieci anni, hanno ancora una capacità energetica pari al 70% del valore iniziale. Poca, per assicurare un utilizzo e soprattutto un'autonomia adeguata a un veicolo. Tanti per altre applicazioni.

Nissan e ABB stanno studiando il riutilizzo di queste batterie come "polmoni" di stoccaggio di energia domestica. Se fossero installate in un'abitazione, potrebbero immagazzinare energia durante i periodi di basso carico e restituirla in caso di necessità o, ancora meglio, in emergenza. Con una capacità di almeno 50 kWh, sarebbe possibile assicurare energia a 30 abitazioni per circa un'ora, in modo da limitare i disagi in caso di interruzione forzata dell'energia elettrica dalla rete.

Questo studio è particolarmente importante nell'ottica delle nuove reti di distribuzione di energia alimentate anche da sorgenti non convenzionali, come fotovoltaico o eolico, che essendo meno "prevedibili" rispetto a una centrale alimentata a carbone, gas o nucleare, necessitano di sistemi di stoccaggio di energia da sfruttare nei periodi di bassa produzione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here