I test drive di GreenStart

Modello in prova: Nissan Leaf e+ Tekna

Prezzo: 47.150 euro (Iva incl.)
37.150 (con incentivi 2020-2021)
Dimensioni: 4490x1788 mm
Batteria: 62 kWh

Alimentazione: elettrica 100%
Posti / Bagagliaio: 5 / 364 l
Autonomia: 385 km (Wltp combo)
Ricarica: Type2 e Chademo

Cosa ci è piaciuto

  • autonomia aumentata
  • abitabilità interna
  • ausili alla guida pacchetto ProPilot
  • modalità ePedal
  • spaziosità
  • prestazioni

Cosa deve migliorare

  • schermo touchscreen basilare
  • volante non regolabile in profondità
  • Ricarica lenta in AC al massimo a 6,6 kW
  • Presa Usb sedili posteriori

Le versioni di Nissan Leaf

modellobatteriaprezzo (con incentivi 2020-2021 – ad agosto)
Acenta40 kWh29.300
Business40 kWh31.000
N-Connecta40 kWh31.775
Tekna40 kWh 33.630
e+ Acenta62 kWh34.500
e+ N Connecta62 kWh36.775
e+ Tekna62 kWh39.950

Vai subito alla sezione della prova

esterniinterniaccessibilità posto di guidavisibilità, comandi insonorizzazioneclimatizzazionericaricabagagliaio quote abitacolobatteria e autonomiaprestazioni

In sintesi: a chi si rivolge la Nissan Leaf e+

Auto elettrica del segmento C, Nissan Leaf e+ è una spaziosa berlina da 5 posti che si può paragonare alla Volkswagen eGolf, Hyundai Ioniq o alla nuova Vw ID3 in uscita da settembre. Ideale quindi anche per una famiglia grazie alle buone dimensioni del bagagliaio. La batteria da 62 kWh la porta ad essere usata anche per le gite fuori porta coprendo senza grandi attenzioni alla guida un range medio di 350 km, ma con una guida “sostenibile” si possono superare i 400 km. Un buon passo avanti per competere in un mercato che, per fortuna, si fa sempre più affollato

Premessa

Come per la prova della precedente versione, abbiamo testato la Leaf e+ per una settimana nella nostra #greenweek con, a distanza di quasi un anno l’ecosistema delle colonnine di ricarica pubbliche si è infoltito, questo unito alla possibilità di ricarica in un box o sul posto di lavoro, fa decadere ogni timore sulla problematica dell’autonomia e del range

La Leaf e+ rappresenta un bel salto di maturità per la decana tra le auto elettriche, la versione base con batteria da 40 kWh, costa circa 5.000 euro in meno rispetto alla base con batteria da 62 kWh, il nostro suggerimento, se si vuole puntare su questo modello, è di fare un investimento e puntare su un range più congruo, magari considerando anche una formula di acquisto a rate con valore il noleggio a lungo termine o pensando che tra 3-5 anni potremmo trovarci di fronte a uno scenario nell’elettrico completamente cambiato.

ESTERNI

Rispetto alla versione con batteria da 40 kWh esteticamente non ci sono novità, decisamente bello il bicolore rosso metallizzato con tetto nero che abbiamo avuto in prova, un optional da 750 euro. I fari full led, incastonati nella calandra tipica delle nuove Nissan, nella versione Teckna si possono regolare manualmente. La scelta degli pneumatici cade su cerchi in lega da 17″. Gli specchietti sono ripiegabili automaticamente alla chiusura dell’auto e integrano anche il segnale luminoso della freccia.

Carrozzeria filante che riprende gli stilemi delle ultime auto Nissan
Un particolare dei gruppi ottici posteriori

Le maniglie sono cromate e quella lato pilota permette di aprire l’auto anche senza toccare la chiave grazie alla radiofrequenza (basta portarla con se e toccare il tastino nero)

INTERNI

La versione Tekna della Leaf e+ è anche quella più accessoriata e rifinita, sedili in ecopelle con finiture azzurre che è presente anche sul cruscotto, rispetto all’ecotessuto che si trova sulla versione Acenta ed eConnect.

Finiture in ecopelle nera per i sedili
Uno sguardo da vicino a quello che si nasconde sotto al cofano, il motore è stato potenziato rispetto alla versione con 40 kWh
Specchietto retrovisore intelligente con funzione antiabbagliamento

Accessibilità

Molto agevole l’accesso anteriore, anche grazie alla generosa altezza del padiglione (100 cm dal piano sedile). Bene anche lo spazio a disposizione per i passeggeri posteriori. Da notare che per la presenza del pacco batterie sul pianale, lo sbalzo tra fondo dell’auto e sedile non è profondo come quello delle auto tradizionali.

Posto di guida, tanta comodità

Seduta piuttosto alta per essere una berlina, comodo il sedile e il volante a tre razze, di dimensioni standard, che si può regolare solo in altezza. Resta sempre il bracciolo minimale, che non si può allungare, scomodo per l’appoggio del gomito. Buona la visibilità anteriore, quella posteriore è un tantino limitata dal lunotto alto.

Si fa di sicuro notare il piccolo joystick del cambio che risulta essere comodo nell’impiego, con selettore marcia avanti, indietro, parcheggio. Poco più avanti si trovano i pulsanti per attivare il parcheggio automatico e l’e-Pedal, che permette una guida per gran parte dei tragitti utilizzando il solo pedale dell’acceleratore. Al suo rilascio la Nissan Leaf effettua una frenata rigenerativa recuperando energia con una potenza frenante che può diventare simile a quella motrice.

Visibilità / Comandi, un passo in avanti

Resta l’approccio dai molti pulsanti fisici, sparsi tra volante e cruscotto, che richiedono un apprendimento di qualche giorno per sfruttare al meglio tutte le funzionalità. Ottimo il pacchetto ProPilot Park che permette di sfruttare i sensori e le telecamere presenti a bordo e che riportano nel display centrale le indicazioni per la manovra che può essere effettuata anche in modalità automatica.

Davvero completa la presenza degli ausili alla guida (Adas) a bordo, nella foto sotto l’indicatore sullo specchietto della presenza di un’auto affiancata o in arrivo nell’angolo cieco.

Il pacchetto Propilot Park permette di avere una visione a 360 gradi attorno all’auto
Il sistema di segnalazione dell’angolo cieco
Una delle telecamere presenti sulla Leaf si trova sotto lo specchietto retrovisore

Insonorizzazione: per viaggiare nel silenzio

Come per la precedente Leaf in marcia l’insonorizzazione soddisfa ma ci pare ancora migliorabile per quanto riguarda una delle due fonti di rumorosità che rimangono in un’auto elettrica e cioè il rotolamento dei pneumatici. Abbastanza ben silenziati anche i fruscii aerodinamici; fino alle medie velocità se la rumorosità cresce (ma poco) è solamente a causa delle ruote.

Qualche piccola modifica post progetto permette di migliorare il livello di insonorizzazione dell’abitacolo

Bagagliaio: spazioso ma il subwoofer è scomodo

Com’è il bagagliaio della Nissan Leaf e+? I dati principali, come l’altezza da terra della bocca di carico, le tre quote fondamentali o la capacità, non divergono da quelli della versione con batteria da 40 kWh. Infatti la nuova batteria è ospitata negli stessi spazi di quella vecchia e non sottrae spazio al bagagliaio.

Il sedile posteriore si può abbassare, anche in due segmenti, per raggiungere il massimo della capacità di carico.

Ai lati del bagagliaio trovano posto i cavi di ricarica: uno è di Tipo 2 con spina Mennekes, l’altro è con spina Schuko. Specifico della Leaf e di questo allestimento in particolare è, invece, l’unità subwoofer, stranamente costituita da una sound bar larga come il bagagliaio e fissata al fondo. Oltre a sottrarre spazio, la sua presenza impedisce di avere un fondo perfettamente piatto in tutte le condizioni, ma soprattutto quando si abbatte il divano. Si sarebbe forse potuta studiare una soluzione diversa, ad esempio collocando l’unità in un fianchetto laterale.

Quote abitacolo, tanto spazio a bordo

misure in centimetri
9343 O 10 153
B 66 68 P 33 W 59
C 81 124 Q 138 X 99
D 19 134 R 46 Y 115
E 32 48 S 50 Z 76
F 8948 T 69 Z2 75
10050 U 83 Z3 34

Tipologia di ricarica, salutiamo il Chademo

Ultimo modello Nissan elettrico ad avere a bordo il Chademo, perché con il nuovo crossover elettrico Ariya, in arrivo nel 2021, in Europa Nissan abbandonerà il connettore giapponese e integrerà il CCS Combo come tutte le case europee e americane, la Leaf permette di arrivare a 50 kW di potenza nella ricarica DC (che viene mantenuta nella prima parte della ricarica per poi diminuire verso l’80% della capacità).

Può anche caricare anche in AC ma è limitata a una velocità di 6,6 kW, una pecca con le colonnine sempre più diffuse che arrivano a 22 kW, ma più che adeguato per la ricarica casalinga.
A casa con un cavo in dotazione con connettore Schuko permette la ricarica da una normale presa di corrente, ma è fortemente consigliato fare installare un wallbox che garantisce una maggiore sicurezza.

Batteria e autonomia, si superano anche i 400 km

La Nissan Leaf e+ monta la batteria da 62 kWh e arriva a una autonomia dichiarata in WLTP di 385 km (rispetto ai 270 km della versione 40 kWh). Dalle 192 celle della 40 si passa alle 288 celle della nuova batteria, che resta alloggiata nello stesso spazio sul pianale dell’auto. Anche in questa versione non è presente un sistema di raffreddamento che non sia quello ad aria, ma nella nostra prova dei dieci giorni non siamo incappati nel Rapidgate, tallone di Achille per la Leaf di nuova generazione, che con temperature fuori dal range diminuisce la velocità di ricarica.

Nei nostri test l’autonomia in un percorso urbano, senza troppi accorgimenti, ha rispecchiato il valore dichiarato dalla casa superando agevolmente i 350 km.

Le due batterie della nuova Leaf a confronto

Prestazioni, più brillante rispetto alla Leaf da 40

Le prestazioni di questa nuova versione della Leaf, grazie al motore potenziato (217 CV), sono risultate migliori rispetto a quelle del modello 2018 con batteria da 40 kWh e motore da 150 CV, anche se non in misura propriamente proporzionale al gap di potenza. In Normal mode abbiamo raggiunto i 100 km/h con partenza da fermo in 8.31 secondi (contro 8.93 per la 40 kWh). In eco mode il tempo è stato di 9.68 secondi. La massima accelerazione misurata è stata di 0,661 g (contro 0,532 g per la 40 kWh); in eco mode è stata di 0,493 g. In frenata rigenerativa la decelerazione rilevata (con Bpedal mode) è stata di -0,340 g in modalità normal e di -0,234 g in eco mode. Sostanzialmente invariata rispetto al modello precedente la ripresa 30-70 km/h (3.14 secondi).

Accelerazione da fermo

Eco modeNormal mode
0-10 km/h0,410,35
0-201,211,11
0-302,041,86
0-402,872,61
0-503,733,38
0-604,664,16
0-1009,688,31

Distanza e velocità d’uscita

100 m (normal mode)7,13 s91,3 km/h
100 m (eco mode) 7,46 s85,5 km/h
200 m (normal mode)10,65 s 105,8 km/h
200 m (eco mode) 11,16 s105,5 km/h

Accelerazione massima = 0,661 g (normal mode) 0,493 g (eco mode)

Decelerazione massima in frenata rigenerativa con B pedal attivo = 0,340 g (normal mode) 0,234 g (eco mode)

Ripresa

Eco modeNormal mode
30-703,633,14
50-701,951,62
Accelerazione 0-100 km/h in normal mode.
Accelerazione 0-100 km/h in eco mode.
Test 0-100-0 km/h in normal mode con B pedal attivato.

Nissan Nissan Leaf e+
Inizio vendite in Italia: 10/2017
Propulsione: Elettrica - motore elettrico da 160 kW a 4600 giri/min (potenza elettrica di picco 110 kW) - coppia massima 320 Nm a 0 giri/min
Trasmissione: Trasmissione a rapporto fisso, trazione anteriore
Corpo vettura: berlina 5 posti, 5 porte
Dimensioni e pesi: lunghezza 4490 mm - larghezza 1788 mm - altezza 1540 mm - passo 2700 mm - Cx=0.28 - massa a vuoto 1490 kg - Bagagliaio: da 435 a 1176 litri
Rifornimenti e consumi: - consumo energetico in modalita' elettrica nel ciclo combinato: 150 Wh/km - autonomia totale: 385 km - autonomia in modalita' elettrica: 385 km
Batteria: Tecnologia: Li-ion - 288 celle - capacita' lorda 62 kWh - capacita' utile 62 kWh - forma di possesso: proprieta'
Prestazioni: Velocita' massima 144 km/h, in modalita' elettrica 144 km/h - Accelerazione 0-100 km/h in 7.9 secondi - Rapporto peso/potenza 9.31 kg/kW (6.85 kg/CV)
Garanzia: generale: 36 mesi - batterie: 96 mesi
Compatibilita' ambientale: Omologazione Euro 6 - Emissioni: 0 g CO2/km
 



Modelli più economici
Modelli con maggiore autonomia
Modelli più scattanti
Modelli più leggeri
Modelli con batteria più capace
Modelli con maggiore potenza

Questa mailing list usa Mailchimp. Iscrivendoti ad una o più liste, contestualmente dichiari di aderire ai suoi principi di privacy e ai termini d'uso.

In ottemperanza al GDPR, Regolamento UE 2016/675 sui dati personali, ti garantiamo che i tuoi dati saranno usati esclusivamente per l’invio di newsletter e inviti alle nostre attività e non verranno condivisi con terze parti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here