Quasi definite le caratteristiche della Toyota ibrida per Le Mans 2014

0
1718

La Toyota TS-030 non ha ottenuto grandi risultati sinora, ma la Toyota sta già lavorando sulla vettura per la Le Mans Series del 2014. Tecnicamente è tutto quasi definito, gli ultimi dettagli nei prossimi mesi, il debutto in pista a inizio 2014

Finora la stagione agonistica non ha portato molti risultati positivi alla Toyota TS-030 ibrida.

Nonostante questo, i tecnici giapponesi sono già al lavoro sulla versione 2014 della vettura, già definita per i parametri tecnici principali ma ancora da rifinire nei dettagli.

Il motore sarà ancora un V8 a benzina, aspirato, coadiuvato da un sistema ibrido che agirà su entrambi gli assi e non solo sul posteriore come oggi. Molto approfondite le strategie di utilizzo del carburante, in modo da massimizzare l’efficienza del powertrain, aumentare la potenza disponibile in rapporto ai consumi minimizzando questi ultimi per, in ultima analisi, effettuare meno soste guadagnando tempo prezioso in gara.

In fase di definizione della vettura i tecnici avevano preso in considerazione diverse configurazioni per il propulsore a benzina, dividendosi tra i fautori di un piccolo turbo da far girare ad elevati regimi e un più tradizionale aspirato di maggiore cilindrata ma meno spinto a livello meccanico. Alla fine ha prevalso quest’ultima corrente, e si presume quindi che il prossimo motore non si discosterà molto dall’attuale V8 da 3,4 litri.

Moto diverso sarà invece il sistema di recupero dell’energia che potrà poi essere trasferita su entrambi gli assi. Si tratta di un sistema a condensatori, sostanzialmente diverso dall’attuale, in grado di trasferire energia ai due motori collegati ai due assi.

Ancora da definire la tipologia di sistema ibrido che adotterà la Toyota, alla luce dei nuovi regolamenti della categoria Le Mans per il 2014. Le nuove regole lasciano libertà nel frazionamento del motore e nella cilindrata, richiedono una pressione massima di 4 bar ai turbo ma impongono consumi massimi in funzione del tipo di motore, a benzina o a gasolio, e soprattutto della massima energia accumulabile nei sistemi ibridi.

In pratica, chi sceglie un sistema in grado di recuperare molta energia e renderla quindi disponibile per la trazione, dovrà consumare meno carburante rispetto a chi monta sistemi di minore capacità. Dimensionamento dei powertrain e strategia in gara saranno ancora più determinanti che in passato. Speriamo che ne guadagni anche lo spettacolo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here