GreenStart

Renault Megane E-Tech, svelata a Monaco la berlina elettrica innovativa

Qualche mese fa ne avevamo sentito parlare, la berlina elettrica del segmento C da parte della casa automobilistica francese Renault. Un atteso restyling che sarebbe avvenuto sulla Renault Megane E-Tech, e che al salone dell’auto a Monaco è divenuto realtà, aggiungendo la motorizzazione elettrica alla gamma Megane che ora dispone di motori diesel, benzina e ibrido plug-in. Un’auto icona del nuovo mondo, che integra al suo interno, tutta una nuova tecnologia.

Non solo un nuovo veicolo, ma anche una nuova idea per la produzione delle auto elettriche. In Francia, Renault prevede di produrre circa 400.000 Megane E-Tech all’anno, con l’obiettivo di diventare uno dei maggiori centri di produzione di auto sostenibili in Europa, ma dovrà fare i conti con i 500.000 mezzi (previsti) che la Gigafactory di Elon Musk sarà in grado di produrre in Germania.

Caratteristiche tecniche di Renault Megane e-Tech

C’è chi interessa la comodità e l’estetica, poi c’è chi interessano le specifiche, le prestazioni, la potenza che un’auto possa generare. Renault non ha voluto lasciare nulla al caso anche su questo nuovo veicolo elettrico. Le nuove tecnologie hanno permesso lo sviluppo di un nuovo motore più leggero e più preformante in confronto a quello montato sulla Renault Zoe. La Megane E-Tech potrà essere equipaggiata di 2 motori differenti, uno da 96 kW (130 cv) e 250 Nm, mentre il secondo da 160 kW (218 cv) e 300 Nm. In soli 7,4 secondi la nuova auto francese sarà in grado di percorrere uno 0-100 km/h, mentre 160 km/h sarà la velocità massima che potrà raggiungere; ovviamente è una velocità limitata al fine di non danneggiare motore e batterie.

Dai primi rumors avevamo sentito che la Megane E-Tech sarebbe stata in grado di percorrere 450 km con una batteria da 60 kWh. Ad oggi sappiamo che nel ciclo di omologazione WLTP potrà percorrere fino a 470 km. In più siamo venuti a conoscenza che si potranno montare diverse tipologie di batterie, proprio come i motori; la più grande, da 60 kWh l’abbiamo appena menzionata, mentre la più piccola, avrà una capacità di 40 kWh per una autonomia di 300 km, sempre rispettando il ciclo di omologazione WLTP. Un servizio che Renault offrirà a tutti i suoi acquirenti per i primi 8 anni di vita della macchina, è la sostituzione gratuita della batteria nel caso in cui la capacità totale dovesse scendere sotto il 75%.

Parlando invece della ricarica, le batterie potranno essere ricaricate sia alle colonnine AC fino a 22 kW, sia alle colonnine DC fino a 130 kW. In a AC a 22 kW, Renault recupererà fino a 160km di autonomia in solamente 1 ora. Tramite una infrastruttura DC a 130 kW, in soli 30 minuti si recupererà circa il doppio dei kilometri rigenerati in AC: 300 km.

Interni rivisti, ampio display e Android come piattaforma

Se c’è una cosa che potrebbe contraddistinguere questa nuova Renault Megan-E Tech, è la tecnologia. Già dal momento in cui si entra all’interno della berlina, inizierà una sequenza di benvenuto per accogliere meglio il pilota. Nel momento in cui ci siederà, la prima cosa che salterà all’occhio è il maxi-schermo installato nel cruscotto andando a sostituire le vecchie dash-board analogiche/digitali che si vedono su altre auto. Un display chiamato OpenR a L, che va ad unire lo schermo nella console centrale a quella del cruscotto.

OpenR, basato su un sistema operativo Android, è gestito da un processore Snapdragon, (uno dei microprocessori più utilizzati sui telefoni Android) in grado di offrire un’esperienza alla pari di quella ottenuta da un telefono/tablet. Una caratteristica che sempre più marchi stanno acquisendo è la capacità di poter aggiornare la versione del software. Tramite la tecnologia Fota (Firmware Over-The-Air), Renault Megan-E Tech si aggiornerà in totale autonomia.

Piattaforma e dimensioni della Megane e-Tech

Ormai, quando si parla di auto elettriche, in genere viene sempre citata la piattaforma che viene utilizzata. Per la Renault Megane è stata usata la nuova piattaforma modulare CMF-EV, che rende il veicolo lungo 4,21 m e largo 2,70 m. Le batterie, posizionate in orizzontale sul pianale, occupano uno spazio molto ridotto: solamente 110 mm di spessore. L’altezza di 1,50 m rende l’auto visivamente più compatta ma senza limitare in nessun modo l’abitabilità all’interno della cabina.

Il video della presentazione


Questa mailing list usa Mailchimp. Iscrivendoti ad una o più liste, contestualmente dichiari di aderire ai suoi principi di privacy e ai termini d'uso.

In ottemperanza al Gdpr, Regolamento UE 2016/675 sui dati personali, ti garantiamo che i tuoi dati saranno usati esclusivamente per l’invio di newsletter e inviti alle nostre attività e non verranno condivisi con terze parti.
Exit mobile version