Da metà 2020 le prime auto elettriche di Fiat in Italia

Si inizierà dagli ibridi plug-in di Jeep per poi passare a ai full electric dalla seconda metà 2020: attesa per Fiat 500e e Ducato messi in produzione

0
455

Il 2020 è l’anno previsto per la svolta (finalmente!) dell’elettrificazione della gamma anche in casa Fiat/Fca. Si inizieranno a vedere i primi risultati di quel piano/testamento lanciato da Sergio Marchionne, e che l’azienda, sempre molto restia a fare passi in direzione dell’elettrico, non può più prescindere dall’applicare.

Durante eMob, il festival di tre giorni dedicato alla mobilità elettrica che si è svolto a Milano, abbiamo parlato con Daniele Lucà, business development Emea del Gruppo Fca, che ci ha sintetizzato i passi salienti nella fase di elettrificazione della gamma di auto del gruppo.

Primo passo: Jeep Renegade e Compass ibride plug-in

Si partirà con le due Jeep, Renegade e Compass, presentate allo scorso Salone di Ginevra, che saranno disponibili anche nella versione con motorizzazione ibrida plug-in entro la metà del 2020.

La Jeep Compass presente a eMob 2019 con lo sportellino aperto che cela il connettore di Tipo 2 per la ricarica della batteria dalla spina

Fiat 500e e Ducato elettrico dalla seconda metà del 2020

Si dovrà aspettare invece la seconda metà del 2020 per vedere sulla strada i primi modelli 100% elettrici della casa di Torino: stiamo parlando della Fiat 500e, che sarà prodotta a Mirafiori dove si sta attrezzando la catena di montaggio, e del Ducato elettrico, mezzo commerciale che potrà rispondere alle sempre più alte esigenze di utilizzare mezzi a zero emissioni per le consegne dell’ultimo miglio in città, in un mondo che vede crescere l’eCommerce.

eMob è stato anche il momento per vedere da vicino il concept della Fiat Centoventi che molti immaginano come la futura Panda, in questo caso l’esercizio di stile è valso a Fiat un premio per il design, Red Dot, ma non ci sono date certe su una sua introduzione.

Ma noi siamo qui per raccontare questa rivoluzione silenziosa che sta prendendo corpo e vi aspettiamo anche sui nostri social: Facebook, Linkedin, Twitter e Instagram da cui arriva il post qui sotto.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here