Solo elettrica o ibrida la prossima Hyundai Ioniq

3
3707
Hyundai Ioniq
La nuova Hyundai Ioniq sarà ibrida o elettrica

L’industria coreana entra con decisione nel mercato delle propulsioni alternative. Dopo gli esperimenti di Kia Soul EV full-electric e Hyundai ix35 FCEV fuel-cell punta al mercato delle ibride con la Hyundai Ioniq, in versione ibrida, ibrida plug-in e full electric.

Presentato al salone di Detroit, è un modello completamente nuovo, dotato di powertrain specifico e con un’estetica che non condivide nulla con l’attuale produzione Hyundai – Kia.

Vista l’esperienza dell’industria coreana nella produzione di batterie e componenti elettronici, le prestazioni e le economie consentite dalla Hyundai Ioniq appaiono molto interessanti.

Sul mercato arriverà prima la variante ibrida con motore termico a benzina e pacco batterie compatto, poi seguirà la ibrida plug-in con batterie maggiorate e infine la full-electric.

È la prima di 22 modelli definiti “eco-friendly” che il gruppo Hyundai – Kia intende lanciare da qui al 2020, con l’obiettivo di diventare il numero 2 mondiale nel campo delle propulsioni alternative.

Una meccanica studiata ad hoc

Il motore della Hyundai Ioniq Hybrid è un 1.6 GDI a benzina della serie Kappa da 77 kW a 5.700 giri/’ sviluppato appositamente per questa vettura. È accoppiato a un motore elettrico da 32 kW e 170 Nm di coppia alimentato da batterie agli ioni di litio. La potenza complessiva del sistema è di 104 kW / 141 Cv, con una coppia massima di 265 Nm in prima marcia e 235 Nm dalla seconda alla sesta. La trasmissione è affidata a un cambio doppia frizione a sei marce.

Il motore elettrico consente di viaggiare in modalità full-electric con velocità massima di 120 km/h. La capacità della batteria agli ioni di litio polimeri non è stata dichiarata, ma è presumibile che possa assicurare un’autonomia in modalità elettrica non inferiore ai 50 chilometri. Il posizionamento è al di sotto del sedile posteriore, in modo da non sottrarre spazio all’abitacolo e al bagagliaio.

Estetica tutta nuova per la Hyundai Ioniq

Hyundai ioniq retro
La linea aerodinamica della Hyundai Ioniq

La linea è stata sviluppata per ottenere la massima efficienza aerodinamica – il Cd dichiarato è di 0,24 – con spazio sufficiente per quattro adulti e relativo bagagliaio. A partire dalla griglia anteriore esagonale specifica delle ultime creazioni Hyundai si sviluppa un profilo molto fluido che termina nella coda allungata studiata per la massima efficienza aerodinamica e per garantire un’adeguata capacità del bagagliaio.

Le griglie attive anteriori, lo spoiler anteriore a incidenza variabile, il diffusore posteriore, il fondo carenato e lo specifico disegno dei cerchi sono tutti funzionali al raggiungimento della massima efficienza aerodinamica.

Anche gli interni spiccano per il disegno razionale e funzionale studiato per facilitare l’utilizzo delle diverse funzioni della vettura e per assicurare una guida coinvolgente e gratificante.

Il climatizzatore è ottimizzato per la massima efficienza sfruttando il già possibile l’aria interna per diminuire consumi e perdite aerodinamiche.

I pannelli delle porte sono ottenuti da una combinazione di plastica riciclata, polvere di legno e roccia vulcanica. L’aspetto esteriore è analogo a quello di pannelli convenzionali, ma il risparmio in termini di peso è di circa il 20%.

Tessuti e vernici sfruttano il più possibile componenti naturali in modo da minimizzare l’impatto ambientale in fase di produzione e favorire il riciclaggio a fine vita.

Connettività e sicurezza allo stato dell’arte

Tutto è affidato a uno schermo TFT da 7″ ad alta risoluzione in grado di informare sui principali parametri di funzionamento della vettura. Tutto il sistema è compatibile con Apple CarPlay e Android Auto per assicurare la completa connettività con i più diffusi smartphone. Presente anche il sistema di ricarica wireless per smartphone.

Il sistema di navigazione è dotato della funzione Eco-DAS (Driving Assistant System) che, in funzione del punto di arrivo impostato e delle condizioni di traffico, informa il guidatore sulla migliore strada da percorrere e sulla modalità più efficiente di guida, in modo da minimizzare brusche accelerazioni e frenate ottenendo i minori consumi possibili.

Presenti naturalmente tutte le altre funzioni di assistenza alla guida ormai diffuse su molti modelli, come regolatore di velocità con radar, sistema di assistenza alla frenata di emergenza, sistema di mantenimento della carreggiata e indicatore di veicolo in arrivo da dietro in fase di sorpasso.

3 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here