Se uno dei motivi per lenta diffusione delle auto elettriche è l’ansia da autonomia, SOV-help, il sistema mobile di ricarica, è una risposta a questa esigenza, almeno finché l’infrastruttura di ricarica non sia capillarmente diffusa sul territorio.

SOV-help, acronimo di Soccorso Vecoli Elettrici, è infatti un innovativo sistema per la ricarica delle auto elettriche, unico al mondo, attivo in una prima fase sperimentale nelle province di Milano e Monza-Brianza, gratuito fino a maggio del 2016.

Una sorta di colonnina viaggiante pronta per raggiungere gli automobilisti elettrici rimasti in panne e donare loro l’energia sufficiente a raggiungere il primo sistema di ricarica disponibile.

20151111_131108Si tratta di un Iveco Daily, bifuel diesel/elettrico, e una Fiat Panda, convertita in elettrico, con a bordo un pacco batterie al litio e moduli che contengono l’elettronica per gestire la ricarica dei veicoli elettrici. Le auto possono essere ricaricate secondo gli standard europei più diffusi come il Modo3 Ac e i Modo4 Dc, garantendo così una compatibilità totale con i modelli in commercio.

Per poter usufruire del servizio è necessario registrarsi al sito www.ricaricaev.it. In caso di necessità si può telefonare al numero 02/27208182, comunicare i dati del proprio mezzo e la posizione e attendere l’arrivo del mezzo di soccorso.

Oltre al “biberonaggio” veloce per raggiungere una colonnina disponibile, sul Daily è stato possibile ricavare lo spazio per il trasporto di uno scooter elettrico, che può essere messo a disposizione degli automobilisti che abbiano bisogno di raggiungere una meta nel minor tempo possibile.

Il progetto SOV-help è sviluppato da Class Onlus in collaborazione con Fondazione Cariplo, Regione Lombardia, Cobat, S&H e Sems e-Vai.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here