Tesla conta di vendere 500.000 auto elettriche entro il 2020

0
1590

Nel 2013 ha venduto 20.000 Model S negli Stati Uniti. Che devono diventare 250.000, e 500.000 nel mondo, entro il 2020. Ecco gli ambiziosi piani di Elon Musk

Partiamo da un dato di fatto: nel 2013 Tesla ha venduto 20.000 vetture negli Stati Uniti. Elon Musk, il fondatore, in poco più di cinque anni vorrebbe arrivare a 250.000 nel solo Nord America, e a 500.000 a livello globale.

Le vie per questa crescita esponenziale passano attraverso la presentazione di nuovi modelli, come il cosiddetto Gen III, o Model E, la penetrazione in nuovi mercati, segnatamente quello europeo e gli emergenti orientali, e l’ampliamento della capacità produttiva, inclusa quella delle batterie necessarie alla propulsione.

La sfida è impegnativa e non tutti sono sicuri che avrà successo. Un grande ruolo lo rivestirà la cosiddetta Tesla Gen III, ovvero il modello “popolare” con prezzo a partire da 35.000 dollari che dovrebbe trasformare la casa americana in produttore “quasi di massa”, almeno nel segmento delle elettriche.

Ma andiamo con ordine. Nel 2014 i piani prevedono un raddoppio a circa 40.000 vetture, grosso modo la metà sul mercato americano e l’altra metà in Europa e Cina. Ulteriore raddoppio previsto nel 2015, con la piena disponibilità della Model X, attesa sul mercato nel corso di quest’anno, che dovrebbe quindi portare le vendite globali a circa 80.000 pezzi.

Tra il 2016 e il 2017, con l’arrivo della Gen III, dovrebbe esserci l’impennata, con l’obiettivo di portare il volume annuo complessivo a circa 250.000 vetture, che ragionevolmente potrebbe essere raggiunto nel 2017 visto che triplicherebbe l’output nel giro di due anni.

La crescita dovrebbe poi procedere nei tre anni successivi con un ulteriore raddoppio della produzione, che grazie alle varianti disponibili della Gen III, tra le quali sicuramente un crossover e probabilmente due sportive, una aperta e una chiusa, dovrebbe consentire di raggiungere l’ambito traguardo delle 500.000 vetture prodotte nell’anno.

Naturalmente, diversi esperti del settore automotive esprimono dubbi sulla reale fattibilità di tale piano, soprattutto tenendo in considerazione tre fattori chiave: la sostenibiltà economica del piano, la reale possibilità di vendere così tante vetture in un segmento comunque altamente concorrenziale su tutti i mercati e l’effettiva capacità manifatturiera della Tesla nel produrre efficacemente un numero così alto di vetture.
 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here