Volkswagen fa 500.000 per i moduli batteria prodotti a Braunschweig. Già entro fine 2021?

0
I vari componenti di un modulo MEB prodotto a Braunschweig
I vari componenti di un modulo MEB prodotto a Braunschweig

Il Gruppo Volkswagen ha annunciato che sta espandendo in modo significativo la sua produzione di sistemi di batterie nel suo stabilimento di componenti a Braunschweig. La piattaforma di riferimento si chiama MEB, dal tedesco Modulare Elektrifizierungs Baukasten, ovvero “piattaforma di elettrificazione modulare”.

E’ un approccio industriale completamente automatico, allo stato dell’arte, quello con cui Volkswagen raddoppierà la produzione di moduli batteria dell’impianto di Braunschweig, passando da 250 mila a 500.000 pezzi l’anno. Curiosamente il comunicato stampa non cita il timeframe di espansione, ma è lecito attendersi che si parli di quest’anno o al più tardi dell’inizio del prossimo, visto che un ulteriore ampliamento, indicato come “futuro”, è annunciato per il 2023.

I piani di espansione sono aggressivi. L’azienda ritiene di vendere oltre 450 mila veicoli elettrici già quest’anno per poi accelerare ancora, quindi ha necessità di aumentare la produzione propria di qualsiasi componente. L’aumento di produzione di moduli permetterà di mantenere alta la percentuale di veicoli elettrici affidati alle batterie di Braunschweig.

Per onnipresente confronto, Tesla ha prodotto i suoi 500 mila battery pack già nel 2020.

La fabbrica tedesca è completamente automatizzata con i più aggiornati sistemi sul mercato

MEB come standard, anche per la bidirezionalità

Inoltre l’azienda tedesca intende supportare la ricarica bidirezionale già dal prossimo anno. La produzione del sito comprende MEB, moduli più piccoli per la classe e-Up! Più altri moduli per soluzioni ibride.

La classe più ampia, con 500 mila pezzi annui a regime, al momento comprende Volkswagen ID.3 e ID.4 e Škoda Enyaq iV. Fino a 100.000 sistemi di batteria i modelli e-up!, Seat Mii electric, Škoda Citigoe iV e gli ibridi a partire dalla Volkswagen Golf GTE.

La piattaforma di produzione di MEB è partita nel 2013 come strategia di appoggio, per poi diventare la piattaforma standard per tutti i veicoli elettrici dell’intero gruppo, delle quali abbiamo recentemente parlato.

Anche alcuni concorrenti starebbero valutando di acquistare componenti dalla piattaforma MEB. Si parla di Ford, all’interno di scambi tra piattaforme.

Non solo MEB

Volkswagen ha recentemente annunciato che trasferirà tutti i suoi veicoli elettrici basati su MEB, con questo componente che diventerà il punto centrale di distribuzione dell’energia. 

Oltre ai sistemi di batterie, l’impianto di Braunschweig produce anche molte altre componenti: sistemi di sterzo, dischi dei freni, montanti delle sospensioni, alloggiamenti dei cuscinetti delle ruote, trasmissioni delle ruote e telai ausiliari, oltre agli assi anteriore e posteriore.

E il prossimo aumento è già in arrivo. L’impianto ha ricevuto l’approvazione per espandere le capacità di produzione collegata ai PHEV. Oggi sono circa 50.000 i sistemi di batterie ibride prodotti annualmente, mentre a partire dal 2023 saranno fino a 300.000.


Questa mailing list usa Mailchimp. Iscrivendoti ad una o più liste, contestualmente dichiari di aderire ai suoi principi di privacy e ai termini d'uso.

In ottemperanza al Gdpr, Regolamento UE 2016/675 sui dati personali, ti garantiamo che i tuoi dati saranno usati esclusivamente per l’invio di newsletter e inviti alle nostre attività e non verranno condivisi con terze parti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here