Le novità tra le auto elettriche da vedere al Salone di Ginevra 2017

2
2049

A poco più di una settimana dall’apertura, prevista per il 9 marzo, facciamo un rapido riepilogo di quali novità, tra le auto elettriche, si potranno vedere al Salone dell’Auto di Ginevra 2017, il più importante appuntamento automobilistico in Europa.

Un articolo che aggiorneremo non appena ci saranno novità significative da parted dei produttori. GreenStart sarà a Ginevra settimana prossima per vedere dal vivo le novità, passate spesso a qui sul nostro sito o sui nostri account social che trovate qui a fianco!

BMW ritocca solo un po’ la i8

Nessuna novità tecnica, ma solo allestimenti cromatici inediti per la sportiva ibrida della Bmw, che continua nella diffusione dell’ibrido plug-in nella gamma, tenendo la i3 come unica pura scelta elettrica al 100%.

Hyundai completa la gamma Ioniq con la versione plug-in

Allo stand di Hyundai si potranno avere informazioni dettagliate sulla versione ibrida plug-in della Ioniq, dopo che a listino e sulle strade italiane sono già entrate l’ibrida e la full electric.

Lexus punta alle tedesche con la LS 500h

A Ginevra si vedrà la nuova LS 500h, la risposta di Lexus alla Classe S ibrida. Il powertrain sarà ripreso da quello della LC 500h Coupé, quindi comprenderà un 3.5 litri V6 biturbo benzina assistito da 2 motori elettrici e da una trasmissione gestita in modo tale da restituire sensazioni paragonabili a quelli del cambio a 10 marce della LS 500 termica.

Mitsubishi rinnova l’Outlander plug-in

La casa giapponese rinnova l’Outlander ibrido plug-in, il crossover ibrido, una dei più apprezzati in Europa, con nuove dotazioni di ausilio alla sicurezza. Invariata la meccanica ibrida, viene aggiunta invece una modalità di guida full-electric selezionabile direttamente dal pilota. Allestimenti e prezzi non si discosteranno molto da quelli della gamma attuale.

Nanoflowcell e le celle a flusso

Già ben nota ai lettori di GreenStart, e habitué degli stand di Ginevra, questa startup basata in Liechtenstein farà debuttare la QUANT 48VOLT. La vettura impiega celle a flusso come fonte primaria di energia elettrica. I motori di propulsione (4 da 140 kW ciascuno per complessivi 760 kW) sono a bassa tensione. Scatto bruciante con lo 0-100 in 2.4 secondi, velocità limitata a 300 km/h e autonomia di oltre 1000 km completano il quadro dichiarato.

Da Opel tutti gli occhi sull’Ampera-e

Per Opel il Salone dell’Auto di Ginevra non sarà tanto dedicato ad Ampera-e, che aveva avuto il suo palcoscenico a Parigi nel 2016, ma alla nuova Insignia. L’auto elettrica tanto attesa ha fatto il suo debutto sul mercato europeo con un grande successo in Norvegia, ma per vederla in Italia dovremo aspettare il 2018. PAD.

Peugeot continua nella ricerca sui concept elettrici

Sul sito del Motorshow di Ginevra sono apparse, per poco, delle immagini di Peugeot Instinct, il concept elettrico atteso allo stand del costruttore francese.

Si posiziona nel solco delle precedenti concept di casa Psa e soprattutto della DS Etense, che avevamo visto a Ginevra proprio lo scorso anno. Non sono previste novità su auto elettriche di serie.

Pininfarina e le batterie al grafene

Realizzata per conto di Hong Kong Hybrid Kinetic Group, la Pininfarina H600 è una berlina di lusso che dovrebbe spiccare per l’impiego di batterie con tecnologia al grafene per le quali alcune fonti dicono mirabilie (tutte da verificare): rispetto alle batterie agli ioni di Litio la densità di energia sarebbe 5-10 volte maggiore, mentre la densità di potenza sarebbe addirittura 50-100 volte maggiore.

Porsche spinge sulla Panamera Turbo S E-Hybrid

Prestazioni monstre per la nuova Panamera ibrida plug-in, dotata del motore V8 della Turbo e di un gruppo elettrico da 100 kW. Con prestazioni di questo tipo passano in secondo piano i consumi, di 2,9 litri / 100 km. L’autonomia in elettrico è di 50 chilometri, e la ricarica avviene da 2,5 a 6 ore in caso di presa domestica.

Range Rover presenta il Suv Velar

Il Suv di Range Rover Velar si posizionerà tra la Evoque e la Sport, con prezzi base a partire da poco meno di 60.000 euro. Oltre ai motori a benzina e gasolio della serie Ingenium, dovrebbe avere anche una versione ibrida plug-in a benzina da circa 300 Cv complessivi. Uno schema diverso dagli ibridi standard visti sulle poco diffuse Range Rover Sport e Classic, che potrebbe poi essere “ribaltato” sulla Jaguar F-Pace in attesa di una versione full-electric di quest’ultima.

Renault prepara una sorpresa elettrica

Del costruttore francese al Salone di Ginevra 2017 si attende una sorpresa elettrica. Escluse innovazioni sulla Zoe, best seller di questi mesi in Europa anche grazie alla batteria da 41 kWh, si specula su una possibile versione rinnovata del quadriciclo Twizy o su una versione elettrificata di Clio o Twingo.

Techrules firmata Giugiaro con 6 motori elettrici

Questo costruttore cinese dovrebbe presentare una supercar, la GT96, che oltre ad avere un design firmato Giugiaro sarebbe caratterizzata da un sistema ibrido con generatore a microturbina abbinato a un pacco batterie da 20 kWh che alimenta ben 6 motori elettrici (due all’avantreno e quattro al retrotreno). La potenza totale sarebbe di ben 1030 CV e la coppia si preannuncia mostruosa. L’accelerazione 0-100, in 2.5 secondi, sarebbe sui livelli di Tesla P100D e Faraday FF91.

Toyota guarda anche all’elettrico, in piccolo, con i-Tril

Allo stand di Toyota si potrà ammirare da vicino la versione plug-in della Prius, ma il costruttore giapponese porterà anche un concept elettrico i-Tril, a uno o due posti, che potrebbe essere lo sviluppo di iRoad, la tre ruote che era stata presentata a Ginevra nel 2013.

Volkswagen e il concept ibrido Arteon GTE

Il prototipo a Ginevra di Volkswagen, Arteon GTE, disporrà di un tre litri benzina e di un elettrico per una potenza complessiva di 375 Cv, con consumi di omologazione ridotti e prestazioni mozzafiato. Il debutto non è ancora certo, comunque non dovrebbe mancare una versione GTE dotata di uno schema simile, anche se magari meno esasperato, magari derivato dagli esistenti powertrain di Golf e Passat.

Anche per la nuova XC60 Volvo prepara la versione plug-in hybrid

La nuova Volvo XC60 sarà basata sulla medesima piattaforma di S90 e XC90, presenta dimensioni minori ma riprende estetica e meccanica di base della sorella maggiore. Prevista una specifica versione ibrida plug-in, non disponibile al lancio ma in tempi successivi, con motori e prestazioni simili a quelli della XC90.

2 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here