Continua la crescita delle auto elettriche in Usa, boom per la Toyota Prius plug-in

È la Toyota Prius plug-in ad essere in testa alle vendite di auto elettriche in Usa a maggio, seguita dalle Tesla e dalle Chevrolet

1
1976
adv

Per il secondo mese consecutivo la Toyota Prius plug-in (che negli Usa si chiama Prime) fa segnare il miglior risultato tra le auto che si muovono con un motore elettrico e si possono ricaricare.

Le 16.758 auto elettriche per il mese di maggio fanno segnare un nuovo record di vendite e mercato in crescita del 44% nei primi 5 mesi dell’anno: 71.758 auto immatricolate rispetto alle 48.839 dell’anno prima.

Quella di InsideEV è infatti una classifica che comprende le auto totalmente elettriche (come Tesla, Nissan Leaf), le Erev, spinte da un motore elettrico mentre il termico serve per caricare la batteria (come la Chevrolet Volt) e le ibride plug-in, come la Prius in questione, che si ricarica e può percorrere circa 50 km con il solo motore elettrico (rispetto ai 5-10 km con un’ibrida semplice).

Le prime 6 auto elettriche vendute negli Usa

Maggio 2017 Totale 2017
Chevrolet Volt 1.817 9.187
Tesla Model S 1.620 8.845
Toyota Prius Prime 1.908 8.073
Tesla Model X 1.730 6.745
Chevrolet Bolt EV 1.566 5.950
Nissan Leaf 1.392 5.742
Totale mercato 16.568 71.758

 

Tesla e Chevrolet Bolt a guidare le auto totalmente elettriche

Tra le auto elettriche pure, oltre alle Tesla, negli ultimi due anni le più vendute, inizia a far segnare risultati interessanti, seppur lontani dal boom che ci saremmo aspettati la Chevrolet Bolt EV (qui in Europa sarà la Opel Ampera-e), tiene sempre la vecchia e gloriosa Nissan Leaf in attesa della prossima versione attesa questo autunno.

Mentre anche la Fiat 500e, non voluta da Marchionne ma imposta dalle leggi in California e Oregon, fa segnare 665 unità immatricolate, 3.333 nei primi 5 mesi dell’anno. Per avere un termine di paragone, in Italia si superano a stento le 200 unità tra tutte le auto elettriche a maggio.

La variante plug-in della Prius, disponibile anche in Italia e che abbiamo messo a paragone con la rivale coreana Hyundai Ioniq, dimostra che Toyota potrebbe far di più per spingere sull’adozione delle auto ibride plug-in, che possono rappresentare un vero punto di passaggio tra il motore termico tradizionale a quello puramente elettrico.

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here